La biblioteca civica intitolata a Gianni Rodari

La cerimonia ufficiale sabato prossimo alla presenza della moglie la signora Maria Teresa Ferretti Rodari

Appuntamento Sabato 13 Novembre alle ore 11,00 alla Biblioteca Civica di Uboldo per la cerimonia di intitolazione della struttura allo scrittore Gianni Rodari. L’Assessorato alla Cultura del Comune di Uboldo, la cui delega è a capo di Marco Mazzuccato, ha, infatti, deciso di intitolare la Biblioteca Civica a Gianni Rodari alla presenza della moglie la signora Maria Teresa Ferretti Rodari
 
Il legame di Gianni Rodari con Uboldo è dovuto al fatto che lo scrittore proprio a Uboldo iniziò la sua carriera di insegnante nel 1941, quando vinse un concorso e fu mandato ad insegnare come supplente proprio nella scuola della frazione Regusella. Ad Uboldo il più grande scrittore per ragazzi del XX secolo rimase per due anni, fino al 1943, e proprio sul retro dei quaderni degli alunni uboldesi iniziò a scrivere i primi appunti per quelli che sarebbero diventati i capisaldi della sua produzione letteraria per ragazzi.
La cerimonia di intitolazione della Biblioteca Civica di Uboldo si svolgerà alla presenza della signora Maria Teresa Ferretti, moglie di Gianni Rodari. Maria Teresa Ferretti conobbe Gianni Rodari a Modena nel 1948 nell’ufficio dove lavorava come segretaria della «Permanenza dei deputati». Si sposò con lui nel 1953. Ancora oggi segue molto da vicino tutte le manifestazioni organizzate in onore del marito.
 
Uboldo dunque dedicherà la Biblioteca Civica a un grande scrittore italiano ma soprattutto uno scrittore per l’infanzia, affinchè davvero la biblioteca venga frequentata sempre di più dai bambini e venga sempre più apprezzata la lettura e l’amore per la cultura. L’intitolazione segue una precisa politica dell’Amministrazione comunale di Uboldo che è quella di valorizzare al massimo la storia locale in modo che possa esserci quella riscoperta delle radici che dicono sempre da dove veniamo e dove andiamo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore