“Le piccole tv online sono a rischio”

La storia di “Piero da Saronno” la tv online che ha 1.200 visite al giorno: “Ho 71 anni e faccio tutto da solo, per passione, perché imprigionare l’informazione”

Piero da Saronno«Le nuove norme per le tv online non vanno bene, vanno cambiate, c’è il rischio che molte tv locali chiudano». Piero da Saronno è la tv online che in sette anni è diventata molto visitata in città, con servizi di ogni tipo, dallo sport, alle interviste istituzionali, agli eventi. Piero, ex bancario oggi in pensione, ha 71 anni e da sette anni gestisce tutto da solo: riprese, montaggio, sito, promozione. Tutto, spiega lui, senza scopo di lucro.  
La tv di Piero (come anche Varesenews) è iscritta alla Femi, la federazione nazionale delle Microweb Tv, è tra i primi fondatori. In questi giorni l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) dovrebbe varare  il pacchetto di norme per le piccole tv on-line e che prevede anche il pagamento di una tassa annuale per tv che trasmettono almeno 24 ore settimanali. «Io non dovrei rientrare in questa situazione, non trasmetto dirette, ma è tutto molto da interpretare – spiega Piero -. A dicembre a Milano ci sarà la riunione della Femi proprio su questo tema, ma la situazione non è semplice. Molte micro tv sono come me: io non guadagno nulla, non sono giornalista, faccio tutto da solo e per passione, faccio quello che voglio e mi diverto. Si divertono anche gli spettatori che spesso partecipano».
Piero racconta di essere nato come tv solo per fare dei lavoretti a livello familiare, poi la proposta è cresciuta e oggi conta ben 1.200 visite al giorno e i suoi video sono molto conosciuti in città: «Come me sono in tanti in tutta Italia – prosegue -. Perché oltre alle spese per sostenere questa passione, si dovrebbe anche pagare una tassa? Non lo facciamo in un’ottica commerciale. L’informazione di questo tipo vive anche di noi, di piccole tv che non hanno fini di lucro. Non si può mettere a rischio questa informazione o imbrigliarla troppo».  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore