Il sindaco: “Un fatto inspiegabile”

Il giorno dopo la diffusione della notizia sul furto delle ceneri, in paese non si parla d’altro. L’avvenimento sembrerebbe inspiegabile e non manca di suscitare qualche preoccupazione

Il giorno dopo la diffusione della notizia sul furto delle ceneri, a Cuasso non si parla d’altro. L’avvenimento sembrerebbe inspiegabile e non manca di suscitare qualche preoccupazione visti i contorni cupi del luogo dove è avvenuto.
Anche il sindaco Massimo Cesaro non riesce a spiegarsi quanto accaduto, «secondo quanto ricostruito deve essere successo tra la notte di domenica e lunedì – spiega il sindaco -, le indagini ora sono nelle mani dei carabinieri e noi con la nostra polizia locale stiamo provvedendo solo alla perlustrazione di alcune zone del paese per sapere se i resti sono stati gettati da qualche parte».
Il sindaco conferma che niente ha mai lasciato sospettare di qualcosa di poco chiaro sull’uomo e sulla famiglia, «la famiglia non ha nessun nemico e sono persone normali che vivono a Cuasso da sempre, per questo il fatto è davvero inspiegabile».
Le modalità del furto però non lasciano pensare a niente di improvvisato, o per lo meno ad un comportamento molto determinato, «non escludo che possano essere stati in più di una persona – spiega il sindaco – si tratta di un lavoro piuttosto macchinoso: hanno divelto la lastra di marmo, spaccati i sigilli e la lastra di cemento e portato via l’urna cineraria, usando evidentemente diversi strumenti».
Il cimitero non ha videocamere di sorveglianza, «avevamo già deciso di metterle ma non abbiamo fatto in tempo», e chiunque sia stato ha scavalcato il muro di cinta.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Gennaio 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.