E sul web arriva il “Baratto 2.0”

E' ufficialmente online dal primo settembre scorso www.reoose.com, il primo negozio on line in Italia dedicato al baratto "asincrono". Ecco come funziona

ReooseDagli stivaletti dottor Martens al sandalo gioiello, dalla quarta edizione di Gran Thieft Auto al Blackberry. Entrare in Reoose.com è come andare in Ebay: solo che qui non si paga con i soldi, ma con cose che non si usano. Una idea che, di questi tempi, sembra destinata a una vita di sicuro successo, oltre che di utilità sociale.

Andiamo con ordine: è ufficialmente online dal primo settembre scorso www.reoose.com, il primo negozio on line in Italia dedicato al baratto. Destinato perciò a riciclare oggetti che non si usano più per dare loro una seconda vita, senza l’utilizzo del denaro.

Un sito che  introduce il concetto di baratto asincrono: utilizzando la rete per semplificare lo scambio degli oggetti, internet toglie infatti il problema del tempo e dello spazio dell’esposizione, creando così con una sorta di baratto 2.0.

Un modo per togliersi senza costi uno sfizio, o per abbattere lo spreco: il “trucco” è quello di attribuire ad ogni oggetto un valore virtuale in crediti – valore indipendente dalla marca o dal modello, ma con uno standard diverso: basato sull’effettivo stato nuovo-usato e sul potenziale valore inquinante. Questi crediti si accumulano nel proprio account (bisogna, ovviamente, essere registrati)  e poi possono essere utilizzati per avere altri oggetti che altri hanno deciso di “smaltire” attraverso il sito. Se i crediti mancano, si può prendere il rimanente con Paypal: i fondi serviranno ad “investire” i crediti maturati dallo scambio in beneficenza, per chi non intende riutilizzarli ma destinarli alle onlus partner del progetto.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Novembre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.