Pro Patria al lavoro verso Fano

I tigrotti preparano la trasferta in provincia di Pesaro Urbino contro la squadra del neo mister Massimo Gadda. Squalificati e multe per le due società nell'ultima di campionato

Dopo l’importante vittoria contro il Valle d’Aosta, la Pro Patria tornerà in campo domenica 4 novembre alle 14.30 sul campo dell’Alma Fano, squadra che ha fino ad ora stentato in campionato e che proprio contro i tigrotti vedrà l’esordio in panchina del nuovo tecnico Massimo Gadda, terzo allenatore stagionale dopo Karel Zeman, figlio del mister della Roma, e di Lazzaro Gaudenzi.
La Pro Patria dovrebbe ritrovare in porta Andrea Sala, mentre perderà per squalifica due centrocampisti: Daniele Greco, espulso contro gli aostani, e Giampaolo Calzi, giunto alla quarta ammonizione stagionale. Anche il Fano paga dazio dal giudice sportivo, con ben due giocatori squalificati per due giornate nel ko di Santarcangelo; si tratta di Marco Amaranti e Ivan Piccoli, rei entrambi di una condotta irrispettosa verso la terna arbitrale. 
Casualmente anche le due società hanno subito delle penalizzazioni: la Pro dovrà pagare cinquemila euro di multa «perchè propri sostenitori, più volte durante la gara, rivolgevano frasi inneggianti alla discriminazione razziale in occasione delle giocate di calciatori di colore della squadra avversaria». L’Alma è stata invece multata di millecinquecento euro «perchè propri sostenitori in campo avverso, più  volte durante la gara, indirizzavano reiterate frasi offensive verso un assistente arbitrale lanciandogli una bottiglietta in plastica vuota, senza colpire».

Una gara che sa quindi di crocevia per le due formazioni: la Pro per valutare le proprie ambizioni di vetta, mentre il Fano per dimostrare di valere la categoria.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 01 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.