Cassa integrazione e mobilità in aumento nelle piccole imprese

Nel terzo trimestre 2012 sono state oltre 1.000 le imprese e 5.500 i lavoratori coinvolti: non era mai successo dall'inizio della crisi. I distretti più colpiti sono Varese, Somma Lombardo, Busto Arsizio e Castellanza

Dal marzo 2009 al settembre 2012 in provincia di Varese sono state 2.149 le aziende che hanno usufruito della cassa integrazione in deroga e della mobilità per un totale di 12. 653 lavoratori coinvolti (61% maschi e il 39% femmine). Il numero di domande di cig (cassa integrazione guadagni) è stato di 5.099; sono 947 le aziende che hanno chiesto la cig una sola volta, 1.202 quelle che l’hanno chiesta più volte.
Per quanto riguarda invece le domande di mobilità, sono state 466 ex 223/91;  quelle  ex 236/93 sono state 5.789. (Fonte Cisl Varese)
I lavoratori collocati in mobilità nel 2012 sono stati 3.518 (erano  3272 del 2011) di cui 55 frontalieri, 1.975 maschi e 1.543 femmine. Tra le prime 15 aziende per numero di lavoratori collocati in mobilità al terzo trimestre 2012 ex 223/91 compaiono: Norvartis Farma spa (111), Carl Zeiss Vision Italia spa (32), Fallimento Fiora srl (30), Interprint spa in liquidazione (27), Sanofi Aventis spa (23), Inda srl (20), Sea spa (19), Astra Nova spa (19) S.S.C Società sviluppo commerciale srl (18), Klm Reali Linee aeree olandesi (18), Fra Pro srl (17), Michel Solbiati Sasil spa (16), Sea Handlimg spa (15), Ficep spa (13), G.S spa (12).
«Per quanto riguarda la mobilità – spiega Sergio Moia della Cisl – nel 2012 è incrementata complessivamente del 7,5% sull’anno precedente e del 27,4% nel comparto delle piccole aziende. Mentre per la cig in deroga si osserva che il numero delle ore complessivamente richieste al terzo trimestre supera quelle annuali del 2011. Si accentua la tendenza, già presente da due anni, ad un incremento della cig nel terziario percentualmente più rimarcato che non nell’industria, dal doppio al triplo, con picchi nei settori socio-sanitario etrasporti, valori percentuali analoghi nell’industria sono raggiunti dal chimico e dall’alimentare»
Nella distribuzione territoriale i distretti dove è più accentuato l’incremento sono Varese, Somma Lombardo, Busto Arsizio e Castellanza. Sono oltre 1000 le imprese coinvolte e 5.500 i lavoratori contemporaneamente coinvolti nel terzo trimestre 2012: non era mai successo dall’inizio della crisi, ovvero nel 2009. «Nel caso dei lavoratori – conclude Moia – il coinvolgimento è solo teorico, perché estratto dalle richieste e non dai consuntivi sull’uso effetivo della cigd. Ciò non toglie che se facciamo un confronto relativo con i 3 anni precedenti, calcolati nello stesso modo, i valori del terzo trimestre del 2012 superano rispettivamente del 122% quelli dello stesso trimestre del 2009, del 49% quelli del 2010, del 124% quelli del 2011». 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 10 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.