Cimberio ancora in casa, ma Brindisi è un brutto cliente

Domenica (18,15) i biancorossi ospitano l'Enel, neopromossa d'assalto. Ere e Banks andranno in panchina, difficile un loro utilizzo. Vitucci: "Difendere forte per avere fiducia in attacco"

La sconfitta di settimana scorsa contro l’Umana Venezia ha rallentato la corsa solitaria della Cimberio in vetta alla classifica ma i biancorossi hanno l’immediata possibilità di riscattare il passaggio a vuoto tornando davanti al proprio pubblico (domenica 20, ore 18,15) per affrontare l’Enel Brindisi. Gara – è la prima del girone di ritorno – non certo semplice quella con i pugliesi che in casa loro vennero piegati all’esordio in campionato solo dopo un supplementare, al termine di una gara emozionante e spettacolare (110-118 il punteggio d’altri tempi). Masnago risponderà di nuovo con il proprio ruggito – in prevendita già oltre mille biglietti staccati (dato di venerdì sera) – per aiutare i biancorossi di Vitucci, sempre alle prese con una situazione infortuni non certo ottimale. Ma il palazzetto pieno sarà anche dalla parte del “Fico d’India” Bruno Arena, tifoso storico e appassionato che sta giocando su un campo molto più importante. Non a caso, Cecco Vescovi e Frank Vitucci hanno voluto mandare a lui e alla sua famiglia un messaggio di incoraggiamento e vicinanza prima della consueta conferenza stampa del venerdì sera. Parole da condividere con tutto il popolo biancorosso, che con Bruno e Max ha vissuto tanti momenti di sport.

ERE E BANKS IN PANCHINA

– Abbiamo fatto cenno agli infortuni e allora è giusto dire che Ebi Ere e Adrian Banks stanno regalando speranze inattese a livello fisico. Sia il capitano sia la guardia (grandi protagonisti nella partita di andata) saranno infatti in panchina, anche se Vitucci smorza in parte gli entusiasmi: «Difficilmente li potrò mettere in campo – spiega il coach – e quindi penso che saremo gli stessi di domenica scorsa. Stanno recuperando e quindi proveremo a recuperarli in extremis per qualche minuto però è chiaro che non sono ancora a posto». Giusto quindi preparare la partita con chi ha la possibilità certa di calcare il parquet: giocatori che Vitucci invita alla massima attenzione: «Con Venezia abbiamo perso e quindi è indubbio che dovremo giocare a un livello superiore rispetto a sette giorni fa. Ci servirà una maggiore continuità e concentrazione sulla gestione di ogni singolo possesso; i palloni persi con Venezia non devono essere ripetuti. Avremo bisogno del sostegno del pubblico, che non mancherà, e trovare la forza di reagire ma devo dire che in settimana ho visto ai miei uomini gli occhi giusti, molto determinati». Ancora una volta il tecnico della Cimberio predica la semina in difesa per ottenere il raccolto in attacco: «Serve difendere bene, sia per il tipo di squadra che andiamo ad affrontare sia perché dalla retroguardia possiamo guadagnare la fiducia per far bene sull’altro lato del campo».

ATTENTI ALL’ENEL – E poi c’è l’Enel da non sottovalutare: la squadra di Bucchi ha un terminale offensivo molto pericoloso come Gibson, affiancato da lunghi atletici e intercambiabili. Anche i pugliesi hanno qualche problema di infortuni (non al meglio Robinson, il panchinaro Ndoja pare inutilizzabile) ma arriveranno a Masnago con l’intenzione di fare il colpaccio. «Brindisi è squadra che sta facendo molto bene come dimostra la qualificazione alla Coppa Italia da neopromossa: sono ben allenati, hanno numeri importanti, buoni americani e una panchina che può supportare i titolari». Le qualità dell’Enel all’andata emersero al pari di quelle di Varese nella spumeggiante gara d’esordio al PalaPentassuglia. «Fu una grande partita (nella foto: Ere contro Ndoja), molto ben giocata da ambo le parti – ricorda Vitucci – Non credo che abbia segnato il nostro cammino perché l’entusiasmo scaturito da quella vittoria non basta a spiegare il campionato fatto dalla Cimberio. Però possiamo dire che a Brindisi si capirono certe nostre potenzialità che poi sono state confermate in seguito e la stessa cosa vale per i nostri avversari che, scottati dall’immediata retrocessione di due anni fa hanno allestito una formazione più “quadrata” per evitare brutte sorprese».

LE ALTRE – Varese-Brindisi è una delle tre partite più interessanti del turno che si aprirà domenica a mezzogiorno con Caserta-Milano. Belle anche le sfide Venezia-Cantù e Siena-Reggio Emilia posticipata a lunedì sera visto che la Montepaschi ha giocato venerdì in Eurolega. Altra bella affermazione dei biancoverdi, capaci di battere in trasferta i campioni in carica dell’Olympiacos con canestro decisivo del solito Brown.

Cimberio Varese – Enel Brindisi

Varese: 5 Sakota, 6 Banks, 7 Rush, 8 Talts, 9 De Nicolao, 10 Green, 13 Ambrosini, 14 Balanzoni,16 Bertoglio, 25 Ere, 33 Polonara, 42 Dunston. All. Vitucci.
Brindisi: 4 Viggiano, 6 Robinson, 7 Reynolds, 9 Formenti, 12 Fultz, 13 Ndoja, 14 Simmons, 19 Zerini, 22 Gibson, 34 Rosati, 35 Preite, 45 Grant. All. Bucchi.
Arbitri: Seghetti, Sardella, Baldini.

Serie AProgramma e classifica

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Video

Cimberio ancora in casa, ma Brindisi è un brutto cliente 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.