La ragazza aggredita ha un testimone

Il pm Luca Petrucci ha inviato al gip tutti gli atti relativi al fermo, la decisione entro 48 ore

Un amico della ventenne aggredita dall’uomo della chat ha sentito al telefono la giovane che forse gridava aiuto. E’ episodio che emerge dalle indagini sulla violenza sessuale contro una giovane adescata da un 42enne in un social network. La ragazza era andata fiduciosa all’appuntamento ma una volta compreso che l’uomo stava girando con la macchina alla ricerca di una zona appartata ha prima inviato il numero di targa all’amico via sms (in realtà solo un pezzo della targa) e poi ha risposto a una chiamata mentre sembra fosse già oggetto di avances. Il testimone ha infatti raccontato agli inquirenti di aver sentito delle urla. Sono altri elementi che secondo il pm Luca Petrucci proverebbero la necessità del fermo di polizia nei confronti del 42enne. Inoltre sono state fatte analisi su materiale organico. Sarà il gip Giuseppe Fazio a esaminare domani il caso, e a prendere una decisione sulla vicenda 
 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.