Ripulito il parcheggio delle Poste

Non dovrebbe essere una notizia, ma sono mesi che la cosa viene segnalata a Poste Italiane: raccolti oltre dieci sacchi di rifiuti vari

Un parcheggio di un’azienda che viene ripulito da chili di rifiuti abbandonati non è proprio una notizia.
Diverso è, invece, se si parla di uno spazio di uso pubblico come è il parcheggio della sede centrale di Poste Italiane a Gallarate: al servizio di una società s.p.a., ma che comunque garantisce un servizio pubblico.

A lungo su Facebook (a partire dalla pagina Bacheca Civica) e in Comune sono piovute segnalazioni su quello spiazzo tra via Mameli e via Vespucci, così malandato, e alla fine si è arrivati ad una bella pulizia generale: sabato un addetto alle pulizie di una società esterna incaricata dalle Poste è arrivato sul posto – armato di ramazza, palettone e sacchi – e ha ripulito per bene il piazzale. Alla fine si è raccolta una mezza montagna di rifiuti, un bel numero di sacchi "frutto" della maleducazione ma anche un po’ della mancata pulizia, per lungo tempo, di uno spazio che certo non è gigantesco: era così difficile programmare una pulizia più frequente?

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.