Torna il progetto “Scuola-bottega” per i ragazzi delle medie

Il progetto è al secondo anno di attività e prevede l'apprendimento di piccoli di lavoro di artigianato. Sostenibilità economica grazie al taglio delle indennità di sindaco e assessori

Torna la "Scuola-bottega" alle scuole medie di Tradate. Anticipando, il Piano di Diritto allo Studio per l’anno scolastico 2013/2014, in fase di stesura, la Giunta Comunale, ha patrocinato con apposita Delibera, il Progetto “Scuola-Bottega”, fortemente voluto dalla Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo e dal corpo Docenti della Scuola Media Leonardo da Vinci.
«Al fine di dare continuità alla sperimentazione di tale iniziativa, attuata lo scorso anno scolastico – spiegano dal Comune -, l’Amministrazione Comunale di Tradate ha finanziato, fin dall’inizio del nuovo anno scolastico, il progetto “Scuola Bottega”, rivolto ai ragazzi per la realizzazione di laboratori di orientamento ed apprendimento alle attività artigiane».

Il progetto proposto dalla Dirigente Scolastica Paola Tadiello si prefigge di: «Creare un percorso formativo per alunni che faticano ad inserirsi nelle attività didattiche curricolari;  recuperare la motivazione all’apprendimento;  Promuovere la costruzione di nuovi interessi, attraverso la sperimentazione di un’attività manuale;  Promuovere l’accettazione di impegni e responsabilità; Prevenire situazioni di disagio ed evitare la dispersione scolastica. «Questa iniziativa è un’opportunità di conoscenza pratica che l’Amministrazione offre ai ragazzi delle scuole medie investendo sulle loro potenzialità, perché la valorizzazione delle peculiarità soggettive possano sfociare poi anche in una vocazione professionale futura, come quella dell’artigiano. Inoltre, attraverso i laboratori di orientamento che si svolgeranno presso la scuola con un apposito percorso pratico-didattico, si conferiscono ai ragazzi tutte le nozioni necessarie alla comprensione del valore del lavoro e soprattutto di quello manuale. I laboratori saranno mirati, per l’anno scolastico in corso, all’apprendimento della tecnica per rilegare libri, orto e bricolage. attraverso educatori e volontari specializzati. Il contributo ammontante a Euro 3.908,00, non andrà a “pesare” sul bilancio comunale, in quanto tale somma deriva dalla scelta di Sindaco e Vicesindaco di ridursi l’indennità di carica, che spetta per legge ma che produrrà un risparmio annuale per il Comune di circa quindicimila euro». 


Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.