Alzheimer, come orientarsi tra difficoltà della famiglia e diritti del malato

Venerdì 13 dicembre si concludono gli incontri aperti al pubblico sulla Malattia di Alzheimer promossi dalla 3SG Camelot

“Le difficoltà della famiglia e i diritti del malato, una bussola per orientarsi nella rete dei servizi”, questo è il tema della terza e ultima conferenza sulla malattia di Alzheimer organizzata da 3SG Azienda di Servizi Socio Sanitari di Gallarate con il suo Servizio di Terapie non Farmacologiche “Il Treno della Memoria” che si terrà venerdì 13 dicembre 2013 dalle ore 21,00 presso la Sala Multimediale di 3SG (ingresso di via Sottocorno, 5) .
L’incontro , inserito nell’iniziativa “In te mi ri-conosco” e patrocinato dall’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Gallarate, dall’Azienda Ospedaliera S. Antonio Abate di Gallarate e dall’Asl della Provincia di Varese, è aperto al pubblico, ai familiari, agli operatori e ai volontari, che sono interessati a condividere momenti di apprendimento, scambio e confronto sulla malattia di Alzheimer.
La serata di venerdì 13 tratterà il tema delle difficoltà che quotidianamente vengono affrontate dalle famiglie, impegnate nel faticoso lavoro di cura di un proprio caro affetto da malattia di Alzheimer a domicilio, con l’ obiettivo di fornire ai partecipanti tutte le indicazioni per orientarsi nella rete dei servizi presenti sul territorio.
Aprirà la serata l’Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Gallarate Margherita Silvestrini, cui seguirà l’intervento di Gabriella Salvini Porro, Presidente della Federazione Alzheimer Italia, la maggiore organizzazione nazionale di volontariato senza fini di lucro dedicata alla promozione della ricerca medica e scientifica sulle cause, sulla cura e sull’assistenza per la malattia di Alzheimer.
  Formata in prevalenza da familiari di malati, la Federazione è il principale punto di riferimento per la malattia di Alzheimer in Italia; riunisce e coordina 46 associazioni che si occupano della malattia di Alzheimer e ha l’obiettivo di creare una rete nazionale di aiuto ai malati ed ai loro familiari. 
 E’ rappresentante per l’Italia dell’ Alzheimer’s Disease International (A.D.I.) e fa parte di Alzheimer Europe, del Consiglio Nazionale della Disabilità (CND), della Lega per i Diritti degli Handicappati (LEDHA), della Federazione Italiana delle Associazioni Neurologiche (FIAN), del Comitato Editoriale del settimanale VITA.
Si parlerà inoltre dell’ importante ruolo di valorizzazione e supporto dell’attività di cura delle famiglie svolto dalle realtà locali con l’intervento del Responsabile dell’ASL del Distretto di Gallarate Carmelo Di Fazio e del Presidente dell’A.I.M.A. di Gallarate e Neurologo dell’ Unità di Valutazione Alzheimer dell’Azienda Ospedaliera S. Antonio Abate Michele Perini.
L’ingresso è libero e gratuito, per informazioni è possibile contattare il numero:
0331 750301 o inviare una mail a trenodellamemoria@3sg.it

Gabriella Salvini Porro è “la figlia di una persona malata di Alzheimer”. Convinta della necessità di “fare qualcosa di concreto” per aiutare i malati e le loro famiglie, nel 1988 decide di mettere a disposizione “la sua esperienza, i suoi sentimenti, le sue emozioni” e costituisce a Milano l’Associazione Alzheimer. Nel 1993 dà vita alla Federazione Alzheimer Italia (FAI), che oggi riunisce ben 46 organizzazioni attive su tutto il territorio nazionale. Ne è attualmente presidente. E’ stata componente del direttivo di Alzheimer’s Disease International (ADI) e di Alzheimer Europe.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 12 Dicembre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.