“Facciamo di Sant’Eusebio un luogo del cuore”

La proposta del sindaco Andrea Zanotti, che rilancia: "Vorrei creare un itinerario storico, artistico e culturale che tocchi le tante cose belle che abbiamo. A partire proprio dalla chiesetta di Sant'Eusebio"

Mentre si avvicina a grandi passi la festa di Sant’Eusebio(si parte giovedì 31 luglio con l’incendio del pallone, il clou è venerdì 1 agosto con il gran finale pirotecnico QUI IL PROGRAMMA), c’è chi guarda un po’ più in là. Lo fa il sindaco di Casciago, Andrea Zanotti, uno che al paese ci tiene al di là della carica amministrativa che ricopre per la seconda volta: «Sant’Eusebio è molto più di un giorno di festa, è un luogo che tutti i casciaghesi amano e va valorizzato 365 giorni all’anno. Per questo ho iscritto Sant’Eusebio ai “Luoghi del cuore” del Fai, un’opportunità per creare interesse e attenzione nei confronti di un bene che va promosso in tutti i modi. Per questo invito tutti i miei concittadini, ma anche chi conosce e ama quel posto, a votarlo sul sito dei “Luoghi del Cuore”: potrebbe essere il modo per farsi conoscere al di fuori dai confini del paese e promuovere Sant’Eusebio a livello nazionale».

Ma Zanotti non si ferma qui e va oltre, proiettando la mente verso una promozione del territorio di Casciago che punti in alto, molto in alto: «Partendo dalla chiesetta di Sant’Eusebio, le cui tracce scritte portano all’anno Mille (tra il 1056 e il 1170 per la precisione), si può ipotizzare un complesso storico che affonda le sue radici nell’antica Roma: ci sono tutte le caratteristiche per immaginare che Sant’Eusebio e Casciago fossero al centro di un reticolato che collegava la via romana, la Torre di Velate e perchè no, anche altre edificazioni ormai dimenticate. Cercare le tracce di questa storia antica, riuscire a dimostrare che qui Sant’Agostino ha vissuto e ha scritto parte delle sue Confessioni, creare una rete con tutti i luoghi caratteristici e storici del nostro paese è uno degli obiettivi e dei crucci che ho da sempre. Valorizzare ad esempio Sant’Eusebio facendolo diventare un “Luogo del Cuore”, ma anche inserendolo nei percorsi del Parco del Campo dei Fiori, sarebbe a mio parere doveroso. Così come creare un itinerario che attraversi Morosolo dal Tinella risalendo fino a Villa Stampa, ai luoghi del patriota Maspero fino alla Chiesa di Sant’Eusebio e poi Villa Castelbarco, Villa Valerio, i Fontanili: l’anno prossimo c’è la vetrina di Expo, noi i contenitori li abbiamo, vanno creati i contenuti per fare di Casciago un punto di attrazione culturale, storico e artistico. A partire da Sant’Eusebio».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 31 Luglio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.