PolHa capofila del progetto “AcquaRio”

Mentre Morlacchi e Berra scendono in vasca ai Mondiali di Glasgow, la società varesina annuncia l’accordo con la Banca Popolare di Milano

progetto acquario polha banca popolare di milano nuoto disabili

Sono iniziati ieri (13 luglio) a Glasgow – in Scozia – i Campionati del Mondo di nuoto paralimpico. In attesa dei primi risultati degli atleti azzurri però, alcune delle società cardine del movimento azzurro tra cui la Polha Varese (con essa anche Ego Nuoto Parma, Polisportiva Bresciana No Frontiere e Saspo Cagliari) possono già festeggiare per l’accordo stretto con Banca Popolare di Milano, nuovo partner del progetto “AcquaRio”.

Il coordinamento è stato assegnato proprio alla Polha sotto la responsabilità tecnica di Massimiliano Tosin: scopo del progetto è la preparazione di sei atleti di livello internazionale in vista delle Paralimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Si tratta dei nostri Federico Morlacchi e Alessia Berra (Polha Varese), Giulia Ghiretti (Ego Parma Nuoto), Arjola Trimi (Polisportiva Bresciana No Frontiere), Francesca Secci (Sa.Spo Cagliari).

«Per noi è un onore e un piacere che la Banca Popolare di Milano abbia deciso di sostenerci condividendo il nostro ambizioso progetto – è il commento soddisfatto di Daniela Colonna-Preti presidente della Polha – Significativo è che l’accordo si sia concluso prima ancora di avere qualche risultato dalle competizioni che iniziano questa mattina in Scozia: significa che c’è stima e fiducia».

QUI GLASGOW – Ieri nella vasca di Glasgow ha fatto il proprio esordio Alessia Berra, specialista dei 50 metri stile libero (S13): la varesina è stata la prima esclusa dalla finale poi vinta dalla russa Krivshina. Oggi – martedì 14 – tocca alla punta di diamante dell’Italia e della PolHa, Federico Morlacchi, con le qualificazioni dei 100 stile libero e dei 100 rana.

di
Pubblicato il 14 luglio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore