Maratonina di Busto, si prepara la 24esima edizione

Si correrà l'8 novembre per le vie di Busto Arsizio. Un appuntamento che sarà accompagnato anche dal blocco del traffico in tutta la città

La maratonina di Busto (inserita in galleria)

Sarà domenica 8 novembre il giorno in cui tornerà l’appuntamento con la maratonina di Busto Arsizio. L’evento, giunto ormai alla sua 24esima edizione, porterà centinaia di atleti -professionisti o semplici amatori- a solcare con le loro scarpe da ginnastica le strade della città. Sono già più di 400 gli atleti iscritti alla gara che quest’anno sarà anche parte del campionato regionale Fidal e Uisp confermando il trend che ha ormai incoronato la corsa bustocca organizzata dall’Atletica San Marco tra le prime 10 mezze maratone d’Italia.

LA GARA – «L’obbiettivo per quanto riguarda la gara in se, è quello di mantenere gli standard qualitativi raggiunti in passato cercando di ottenere una crescita organica con le esigenze di tutti i runners, che ormai sono tantissimi e sempre più variegati» spiega il presidente Enrico Traietta, mentre parallelamente l’introduzione delle nuove modalità di iscrizione e la conferma della gara non competitiva «vanno proprio nella direzione di soddisfare tutte le categorie e le età diverse dei Runners». Confermatissimi la viabilità della partenza e dei primi due chilometri, che all’esordio l’anno scorso hanno reso ancora più agevole la gestione di questa delicata fase della gara, e novità 2015, l’introduzione delle griglie di partenza, suddivise per tempi.

LA MATTINATA ECOLOGICA – «La cosa che sta sempre e molto a cuore alla San Marco è però quella di far si che la nostra maratonina diventi una manifestazione importante per la città di Busto Arsizio, che anche quest’anno tramite il comune istituirà per quel giorno la mattinata ecologica» annuncia Traietta ricordano come «vorremmo un evento atteso e non mal sopportato, sempre di più nel dna della città».

IL PERCORSO – Confermata la  zona di partenza e della prima parte di percorso: Start per tutti davanti ai Molini Marzoli,e poi via direttamente su Viale Cadorna. I primi chilometri, studiati appositamente su dei grandi viali, permettono così di evitare ingorghi ed intoppi tra gli atleti che si riverseranno poi su viale Virgilio, viale Boccaccio, sino ai confini di Borsano. Lì i runners entrando nel quartiere si raccorderanno in zona “campone” al classico e collaudato percorso. Un percorso che poi continuerà in zona industriale a Sacconago, all’interno della Pista di Atletica, e di seguito nei quartieri di San Michele e Beata Giuliana, prima di ritornare in centro per la kermesse finale. Confermata ed ampliata tutta la logistica riguardante il “Village” per il ritiro pettorali, il deposito borse, gli spogliatoi, ed ampliata notevolmente la zoma ristoro finale e l’arrivo, il tutto in zona e presso il Palazzetto dello Sport di Via Ariosto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 ottobre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore