Lorenzo, un pasticcere per il bar del lago

Ha 21 anni e ha vinto il bando per gestire la darsena. Tanti i suoi progetti per rivitalizzare il porticciolo: visite al lago con il biologo, corsi di pesca gratuiti per bambini.

Cazzago Brabbia

Scende dalla sua Cinquecento col cappellino sulla testa e un bel sorriso aperto. Ma quanti anni hai? E’ la prima domanda che esce spontanea: “21, sì lo so sono giovanissimo”.

Galleria fotografica

Cazzago Brabbia, il lago d'inverno 4 di 7

Lorenzo Radice ha vinto il bando di concorso per la gestione del bar della darsena a Cazzago Brabbia. Un colpo da maestro che ha sbaragliato gli avversari, anche un po’ a sorpresa. Merito non tanto dell’offerta economica, anche se era molto vantaggiosa per il Comune: 70 per cento in più rispetto ai concorrenti, quanto per i progetti che Lorenzo ha pensato per rivitalizzare la zona del porticciolo.

«Venivo qua con mio papà che ha una barchetta ormeggiata. Ero piccolo e siamo sempre venuti a pescare e a far giri in barca. Quando abbiamo saputo del bando abbiamo deciso di provarci».

Imprenditore a 21 anni (compiuti lo scorso 23 febbraio): ci vuole un bel coraggio, ma Lorenzo ha in dote una buona dose di entusiasmo.
«Sì lo so, è una bella avventura, ma ho voglia di provarci. Non sarà il mio primo lavoro, ma senz’altro il primo tutto mio. Due anni fa ho finito di studiare: ho fatto il Cfp di Varese e ora sono pasticcere. Ho lavorato un po’ e ora avvio questa attività. Ho preparato il progetto con l’aiuto di mio papà e credo che sia quello che ha fatto la differenza nella gara d’appalto».

I lavori di sistemazione del bar partiranno la prossima settimana: «Dobbiamo migliorare un po’ l’interno, renderlo più luminoso. Metteremo tavolini e sedie nuove e nel parco giochi qualche nuova attrazione per bambini».

Le iniziative pensate da Lorenzo per l’estate sono molte e anche qualificate: «A maggio inviteremo un biologo marino che farà visite guidate per parlare della flora e della fauna del lago e delle problematiche legate alle acque di Varese. Cercheremo di spiegare l’importanza di salvaguardare il lago, di tutelare la biodiversità e l’ecosistema. Quest’estate organizzeremo anche corsi di pesca gratuiti per bambini con teoria e pratica. E poi incontri a tema: assaggi di formaggi locali, salumi a chilometro zero e birre».

Lorenzo Radice punta a tenere aperta la sua attività tutta l’anno pur sapendo che ci saranno momenti di “stanca”, soprattutto d’inverno: «Lo so, ma questo posto è talmente bello che sono certo che almeno nel weekend i clienti non mancheranno. In estate faremo panini, tavola fredda e aperitivi sul lago, d’inverno ci inventeremo qualche proposta più ‘calda’…».

Adesso manca solo l’inaugurazione del nuovo pontile del “Lago in piazza” che consentirà l’attracco della piccola imbarcazione che farà fare gite sullo specchio d’acqua.

Lorenzo, col suo cappellino e i suoi vent’anni, è pronto ad affrontare la sfida. Il tempo dirà se ha puntato sul cavallo vincente…

di
Pubblicato il 26 febbraio 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Cazzago Brabbia, il lago d'inverno 4 di 7

Galleria fotografica

Lorenzo, un pasticcere al bar del lago 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore