Blitz al parco contro lo spaccio

Intervento dei carabinieri della stazione cittadina che ha portato alla denuncia di un 30enne con una piccola quantità di marijuana. I militari sospettano che possa essere lo spacciatore del parco

marijuana droga foto

Blitz al parco della Magana per contrastare lo spaccio a giovani e giovanissimi. Nella serata di ieri, lunedì,i carabinieri della stazione di Cassano Magnago hanno svolto un servizio di osservazione nel contesto del parco con lo scopo di contrastare il fenomeno di spaccio al dettaglio di sostanze stupefacenti segnalato da alcuni cittadini, in particolare in favore di giovanissimi acquirenti, per lo più minorenni.

Individuati quelli che potevano essere considerati i presunti “pusher” dei minori, un uomo ed una donna della zona con numerosi precedenti specifici, ben noti ai carabinieri, hanno deciso di procedere al controllo.

L’uomo, un 30enne residente a Cassano Magnago, ma domiciliato a Fagnano Olona alla loro vista ha manifestato immediatamente segni di nervosismo, iniziando ad inveire ed oltraggiare i militari apostrofandoli con le solite frasi del tipo “non avete altro da fare”.

La fermezza e la determinazione dei militari, peroò, per nulla intimoriti dall’atteggiamento aggressivo dell’uomo, faceva ha fatto ritenere al pregiudicato di non aver più scampo: pertanto egli stesso, probabilmente per assumersene la responsabilità, estraeva dal reggiseno della donna 45enne che si trovava in sua compagnia un involucro contenente una modica quantità di marjiuana, consegnandolo ai carabinieri.

Entrambi i citati soggetti pregiudicati sono stati segnalati quali assuntori di sostanze stupefacenti alla Prefettura di Varese.
L’autorità giudiziaria di Busto Arsizio dovrà invece pronunciarsi sul reato di oltraggio a pubblico ufficiale commesso dall’uomo.

Mentre i carabinieri accompagnavano in caserma i due soggetti numerosi cittadini, evidentemente residenti della zona e frequentatori del parco, notate le auto dei carabinieri (tre pattuglie) si sono avvicinati esprimendo frasi di apprezzamento e riconoscenza per l’intervento, evidentemente particolarmente infastiditi dall’illecita attività di cui i due pregiudicati erano responsabili.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 23 agosto 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore