Divelta la forchettona sul lungolago

Nella notte tra il 7 e l'8 dicembre è stata piegata è rovinata la scultura simbolo del rapporto tra il cibo e la terra

angera forchetta divelta

Brutta sorpresa questa mattina, sul lungolago di Angera. La “forchetta“, posizionata nel 2015 in occasione dell’inaugurazione di Expo, è stata presa di mira dai vandali.

Nella notte tra mercoledì e giovedì 8 dicembre, è stata divelta e  rovinata.

La forchetta gigante, alta più di tre metri, era stata pensata per rappresentare  il legame tra la terra è il cibo: “la forchetta mette le radici nella terra e da essa si alimenta”.

La scultura, posizionata sul lungolago, poco distante dall’imbarcadero, è stata realizzata da Arteferro di Cercenà dal titolo “E’ la terra che ci nutre!” e opera della designer olandese Inge Bouwmeester mentre il manto erboso è stato donato dalla Floricoltura Salice Damiano.

L’opera, rimasta al suo posto anche dopo la chiusura di Expo, è diventata un elemento originale della cittadina e per molti anche un soggetto particolare con cui posare per una foto, con il lago e Arona sullo sfondo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore