Educazione, musical e orti fra i progetti delle scuole

Tante iniziative per investire sulla cultura del rispetto del cibo e dell'ambiente per gli scolari degli istituti milanesi

La scuola senza zaino

C’è chi ha scritto ed allestito un vero musical teatrale, con maschere, canti e marionette per raccontare dei rischi che corre la città dei superconsumatori di Sprecolonia.

Chi da anni impara a curare la terra e a conoscerne i frutti di tutte le stagioni, coltivando un orto con l’aiuto di nonno Domenico, che ha reso il giardino della scuola di via Parenzo l’invidia del quartiere. Alla primaria di via San Mamete i bambini raccolgono tutti i pezzetti di pane avanzato dalla mensa per donarli ai cuccioli di un canile della zona. Mentre l’istituto Calvino, con le sue mille piccole azioni quotidiane, è riuscito nell’eroica impresa di convincere gli alunni a mangiare i cavoli a merenda.

Sono questi i progetti vincitori della seconda edizione delle “Formichine Salvacibo”, il concorso indetto da Eco dalle Città, con la collaborazione di Fondazione Cariplo e Coop Lombardia, per la premiazione delle scuole milanesi che nel 2016 hanno lavorato sul tema della prevenzione dello spreco alimentare. Sotto l’esame dei giurati – tra cui la vicesindaco e assessore all’Educazione del Comune di Milano, Anna Scavuzzo, il direttore di Eco dalle Città, Paolo Hutter, il responsabile innovazione e servizi, Coop Lombardia, Valter Molinaro e l’amministratore unico di Milano Ristorazione, Fabrizio De Fabritiis – le azioni concrete, i pensieri, i disegni e le animazioni che i bambini delle scuole primarie di Milano partecipanti hanno saputo adottare sul tema della lotta allo spreco alimentare, partendo dalle iniziative condotte nei momenti della mensa scolastica.

Quello delle Formichine Salvacibo è un progetto intelligente, che chiede a tutti di ragionare sul problema delle risorse alimentari, affinché tutti possano avere cibo buono, prodotto e distribuito in modo sostenibile” ha affermato la vicesindaco Scavuzzo. “Nella costruzione di un migliore sistema alimentare anche i bambini possono e devono essere protagonisti, per aiutare gli adulti ad avere e a diffondere corretti stili di vita e di alimentazione”.

L’Istituto Pezzani ha ricevuto il primo premio (mille euro in buoni spesa), per l’impegno dimostrato nel sensibilizzare contro lo spreco alimentare utilizzando diversi linguaggi e realizzando uno spettacolo teatrale musicale contro lo spreco. L’Istituto Calvino è stato premiato per le sue azioni regolari e continuative, che hanno diffuso nel quartiere e in città una miriade di buoni esempi. La scuola dell’infanzia di Via Parenzo da anni con il suo orto, il teatro e il contributo di nonno Domenico fa seguire ai bambini un percorso all’insegna della buona alimentazione. Mentre la scuola Bottego collabora da tempo con Siticibo e promuove la lotta allo spreco con mille azioni quotidiane.

I link dei progetti vincitori:

http://ecodallecitta.it/notizie/386726/video-un-musical-contro-lo-spreco

http://ecodallecitta.it/notizie/386528/in-via-parenzo-alla-scuola-di-infanzia-i-bambini-imparano-il-valore-del-cibo

http://ecodallecitta.it/notizie/386490/nuove-formichine-salvacibo-contro-lo-spreco-alimentare

http://ecodallecitta.it/notizie/386450/cavoli-a-merenda-in-classe-seconda-c

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore