Scossa del Club Italia, battuta Montichiari

Tutto esaurito a Cagliari per la partita "itinerante" di Serie A1: il 3-1 consegna tre punti pesanti in chiave salvezza

pallavolo club italia

Prima vittoria stagionale per il Club Italia che in Sardegna, terra che ha dato i natali alla palleggiatrice Alessi Orro, ha battuto per 3-1 (20-25, 25-23, 25-20, 25-20) la Metalleghe Montichiari, rimasta ora ultima in classifica in solitario.

Vero e proprio bagno di folla al palasport di Cagliari con tanti tifosi che hanno voluto sostenere le azzurrine e in particolare l’idolo locale Orro. Dopo essersi fatta sfuggire un primo set giocato alla pari fino al 16-16, la squadra di Lucchi va in vantaggio in tutti e tre i successivi parziali e si fa sempre raggiungere, ma trova nel finale lo spunto per regalarsi il primo successo da tre punti.
Detto della grande protagonista Orro, va registrata una prestazione di alto livello da parte di tutte le azzurre: Marina Lubian chiamata in causa spesso e volentieri in attacco e autrice di 15 punti, Alexandra Botezat eccezionale a muro con 5 punti sui 12 totali, Paola Egonu nuovamente top scorer con 26 punti e 4 fondamentali ace e via dicendo. Dall’altra parte della rete non bastano l’ottima ricezione dell’altra beniamina di casa, Jole Ruzzini, e la prova positiva di Sanja Malagurski, 21 punti con 3 muri.

Tre punti pesanti in chiave salvezza: il Club Italia sale a quota 6 punti in classifica, raggiungendo provvisoriamente il Saugella Team Monza e staccando proprio Montichiari. Il prossimo impegno delle azzurre sarà quello di sabato 17 dicembre alle 17.30 al PalaYamamay di Busto Arsizio contro la Igor Gorgonzola Novara.

LA PARTITA

L’avvio di gara è favorevole alle azzurre, che si portano sul 5-2 con Lubian; Malagurski pareggia i conti sul 6-6, ma i muri di Melli e Botezat regalano un immediato controbreak (9-6). Di nuovo parità sul 12-12 con un errore di Egonu e primo vantaggio di Montichiari con Gioli (13-14). Il punto a punto non si sblocca fino al 16-18 firmato a muro da Nikolic; Lucchi chiama time out, ma dal 17-18 si vola direttamente al 17-23 sul turno di battuta della serba, con altri due muri di Malagurski. Dopo due set point annullati Gioli chiude sul 20-25.
Reagisce il Club Italia nel secondo set: dal 2-3 al 7-3 con i punti di Egonu e Perinelli, poi 10-5 sull’errore di Efimienko. Il turno di servizio di Perinelli porta in dote un ulteriore allungo per il 14-7; dopo l’ingresso di Gravesteijn, Montichiari recupera tre punti e Lucchi ferma il gioco. Il break ospite continua fino al 14-12, poi Lubian e Melli fanno respirare le azzurre (16-12); i muri di Perinelli e Lubian valgono il 21-15, ma Montichiari non molla e trova addirittura il vantaggio con il 21-22 firmato Nikolic e Malagurski. Il finale è dunque in volata: Egonu firma l’ace del 23-22, Busa regala l’attacco out del 24-23 e Orro lo sfrutta subito con un tocco vincente (25-23).

Nel terzo set il Club Italia prova a fare la differenza con due muri consecutivi di Botezat (7-4); Montichiari si riavvicina, ma Egonu la tiene a distanza con l’ace del 10-7 e l’attacco del 13-10. Ancora una volta però la Promoball è dura a morire e dal 15-12 rimonta fino al 16-16 grazie ad attacco e muro di Gioli; le azzurre però rispondono immediatamente con il muro di Egonu (19-16) e dal 20-19 piazzano il break decisivo con Perinelli, che mette a segno anche un ace per il 23-19. Al primo tentativo ci pensa ancora Egonu a chiudere i conti sul 25-20.
Quarto set in salita per le azzurre, che si trovano subito sotto 1-5; i muri di Botezat riportano però in scia le azzurre, che pareggiano con la stessa centrale sul 6-6. A far saltare gli equilibri è nuovamente la battuta di Perinelli, che porta il punteggio dal 9-9 al 13-9 (un ace); risponde con la stessa moneta Nikolic, autrice dell’ace del 15-15. Il testa a testa prosegue fino all’errore del 20-18 che convince Barbieri al time out; al rientro arriva un doppio ace di Egonu per il 22-18. La stessa Egonu si procura il match point sul 24-19 e al secondo tentativo chiude Lubian con il mani-out del 25-20.

LE INTERVISTE

Non può che essere positivo il commento di coach Lucchi: «Un’esperienza eccezionale, come una partita della Nazionale giocata in casa. Questa accoglienza ci ha riempito di gioia e ci ha dato un supporto molto importante. Sono contento per le ragazze perché si sarebbero meritate questa vittoria anche prima: il risultato premia il loro grande impegno e il loro lavoro in allenamento».
Si leggono emozione e gioia negli occhi di Orro: «Giocare qui è stato veramente straordinario, siamo felicissime di aver riempito il palazzetto e io in particolare sono orgogliosa del movimento pallavolistico sardo che si è fatto sentire. Vincere era fondamentale, è una stagione molto difficile per noi e questi tre punti saranno molto pesanti».

Club Italia CRAI-Metalleghe Montichiari 3-1 (20-25, 25-23, 25-20, 25-20)

Club Italia: Enweonwu (L) ne, Perinelli 16, Morello ne, Lubian 15, Ferrara, Orro 1, Piani ne, De Bortoli (L), Mancini ne, Arciprete ne, Melli 11, Botezat 10, Egonu 26.
Montichiari: Busa 7, Dalia 5, Domenighini ne, Efimienko 12, Boldini, Malagurski 21, Gravesteijn, Nikolic 9, Lualdi 1, Ruzzini (L), Gioli 13.
Arbitri: Cappelletti e Carcione. Addetto Video Check: Manzoni.
Note: Club Italia: battute vincenti 10, battute sbagliate 5, muri 12. Montichiari: battute vincenti 2, battute sbagliate 4, muri 13. Spettatori 2300.

Classifica: Bergamo 20; Casalmaggiore 19; Conegliano, Scandicci 17; BUSTO ARSIZIO 16; Novara 14; Firenze 11; Modena 10; Bolzano 8; Monza, CLUB ITALIA* 6; Montichiari* 3.
* = una partita in più

di
Pubblicato il 09 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore