Finti vigili derubano una coppia di anziani

I casi di ladri traverstiti da agenti non sono più rari. L'ultimo episodio confermato a Jerago: hanno usato la tecnica dell' "oro in frigorifero"

Generico 2018

Hanno usato una truffa ormai classica, quella dell’oro da mettere in frigorifero per preservarlo da rischi “elettrici”. Ma soprattutto hanno carpito la fiducia delle vittime travestendosi da agenti della Polizia Locale.

È successo a Jerago con Orago, in zona Orago e l’episodio viene confermato dalla stessa Polizia Locale, che è stata poi contattata dai parenti delle vittime. Una coppia di persone molto anziane, truffate con un metodo appunto noto: i ladri paventano il rischio di scariche elettriche attratte dall’oro e consigliano di riporre i preziosi in frigo, per metterli al riparo dalle misteriose “interferenze”.

La divisa tranquillizza, la faccia tosta e la sicurezza nel parlare fanno il resto. Le vittime dell’ultimo episodio presenteranno denuncia ai carabinieri di Albizzate. Non è ahimè raro che i truffatori si presentino vestiti da agenti o da militari dell’Arma: un fenomeno che è confermato anche in zona (ad esempio a Samarate).

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 31 Maggio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.