Canottieri da tutto il mondo alla scoperta del lago di Varese

Dodici ragazzi con la passione del canottaggio provenienti da tutto il mondo sono arrivati al lago di Varese grazie al progetto di scambio del Rotary club

Canottaggio, gavirate, adaptive rowing

Provengono da ogni parte del pianeta e condividono tutti la passione per il canottaggio. Sono i dodici ragazzi che quest’anno stanno partecipando all’undicesima edizione del progetto organizzato da sette club Rotary della provincia. Gli atleti si fermeranno sulle acque del lago varesino due settimane di allenamenti fino a sabato 28 luglio.

I giovani sono ospiti della Canottieri Gavirate, che mette a disposizione la palestra e gli istruttori. Durante i quindici giorni dello scambio, i canottieri affronteranno un corso “intensivo” di canottaggio, allenandosi ogni mattina sulle acque del lago di Varese.

Nel corso di alcune giornate dedicate i ragazzi saranno invece accompagnati da alcuni soci del Rotary club alla scoperta dei luoghi più belli della nostra provincia. Secondo gli stessi organizzatori la zona dei laghi ha sempre affascinato i giovani atleti stranieri anche nelle edizioni precedenti. Sono previste inoltre altre attività sportive oltre al canottaggio, come il giro in bicicletta del lago, che ogni anno mette alla prova la resistenza dei ragazzi e soprattutto quella dei loro accompagnatori.

L’iniziativa s’inserisce nel programma Scambio Giovani del Rotary International, che offre ai ragazzi di tutto il mondo l’opportunità di conoscere realtà e culture diverse grazie a periodi di permanenza all’estero di molti mesi, come gli scambi annuali, o più brevi, come le due settimane del camp di canottaggio. Questo programma, che vede impegnati i Rotary di tutto il mondo è concepito con lo scopo principale di promuovere la conoscenza e l’amicizia fra i popoli attraverso lo sport.

Prima di lasciare Varese, venerdì 27 luglio le ragazze e i ragazzi gareggeranno in una piccola “competizione” sul lago, dando prova dei progressi ottenuti dall’allenamento. Alla sera si terrà poi la cerimonia di premiazione, che concluderà due settimane ricche di esperienze e bei momenti per i partecipanti. Anche quest’anno gli organizzatori si aspettano dei saluti commossi alla partenza, a testimonianza del nuovo legame instaurato in questi 15 giorni tra giovani di origini, esperienze e culture così diverse.

di alessandra.toni@varesenews.it
Pubblicato il 17 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore