Sicurezza, Paola Reguzzoni contro l’amministrazione: “Non avete il controllo della città”

La consigliera leghista che nei giorni scorsi ha subito un furto a casa se la prende con la gestione della sicurezza in città che è in capo a Max Rogora, anche lui esponente leghista

elezioni busto arsizio 2016

Paola Reguzzoni è stata un fiume in piena durante l’ultima seduta del consiglio comunale. L’esponente leghista, che qualche giorno fa ha subito un furto nella sua abitazione, ha riportato sotto i riflettori la questione della sicurezza in città criticando non poco l’assessore alla sicurezza -suo compagno di partito- Max Rogora.

«Io sono una delle tante vittime di visite indesiderate che ormai avvengono di giorno e in pieno centro città» ha esordito Reguzzoni, arrivando quasi subito ad una conclusione: «questo significa non avere il controllo del territorio». La consigliera se la prende non solo con le scarse forze di polizia e carabinieri perchè «non è possibile pensare di controllare un’area da 100.000 abitanti con due pattuglie» ma anche e soprattutto con la gestione della Polizia Locale che è in carico proprio a Max Rogora.

«Io ho preso due multe sotto casa per aver lasciato l’auto in sosta pochi minuti senza pagare. Benissimo, ho sbagliato. Ma io non pago le tasse solo per il controllo del disco orario e sinceramente non vedo la presenza delle forze sul territorio. Per me sicurezza non vuol dire soltanto controllare le auto e il traffico». Secondo Reguzzoni poi l’entusiasmo di tutta la giunta per l’aumento dei residenti in città sarebbe ingiustificato «dal momento che non sappiamo in nessun modo che tipo di residenti stiamo portando qui e se sono persone poco desiderabili io preferire che Busto tornasse a 40.000 abitanti. Serve un ragionamento complessivo, un progetto generale».

di
Pubblicato il 01 agosto 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore