Nuove norme per i Comuni, Samarate pronta a spendere 751mila euro

99mila euro in manutenzioni  di strade e piazze, ma anche interventi su scuole, Centro Diurno Minori, videosorveglianza, uffici comunali

municipio samarate comune

Un tesoretto da 2 milioni e mezzo di euro, che quest’anno verrà impiegato per 751mila euro. È l’effetto, anche a Samarate, delle nuove norme che hanno ampliato le possibilità di spesa dei Comuni.

«Utilizziamo 751mila euro su capitolo investimenti, opere pubbliche e dotazioni» ha spiegato venerdì Leonardo Tarantino, impegnato negli ultimi giorni da sindaco della cittadina».

«Non ci siamo inventati niente: abbiamo preso da un elenco lungo e corposo di investimenti che avevamo già individuato. Alla giunta ora toccherà rendere concrete queste voci» continua Tarantino, che da lunedì sera lascerà Samarate nelle mani della sua vice Alessandra Cariglino (e agli altri assessori già in carica). La scelta di attingere – con il provvedimento di giunta – a opere già pronte da un lato è obbligata, per poter impegnare le cifre entro fine anno, ma dall’altro viene spiegata anche con ragioni politiche: «Da questo punto di vista abbiamo fatto una scelta di correttezza istituzionale, perché era un insieme già previsto dalla programmazione condivisa in consiglio comunale».

E dunque ecco pronto il corposo insieme di opere. Partendo dai 30mila euro per sostituire con lampade a LED i vecchi lampioni stradali (al centro di polemica settimana scorsa), continuando con i 100mila euro per rifare «cnto metri della pista di atletica di Verghera, il tratto più danneggiato», altri 100mila per la copertura tribuna.

Poi le case popolari: con risorse in più per rifare i servizi igienici delle case di via Da Vinci e per rinnovare scambiatori e caldaie dell’Erp2 di San Macario via Gelada, che davano qualche problema nonostante il complesso risalga a nove anni fa.

«Mettiamo poi 99mila euro in manutenzioni  di strade e piazze: stiamo valutando soprattutto parcheggi delle scuole, piazza Italia se riusciamo» aggiunge Enrico Puricelli, assessore ai lavori pubblici. 23mila euro saranno destinati alle scuole («valuteremo le segnalazioni dalle scuole»), 15mila ad arredi scolastici. Ci sono poi 20mila euro per una nuova auto della Polizia Locale e 20mila euro per la videosorveglianza («deciderà consigliere delegato dove posizionarle, un’idea potrebbe essere il parcheggio del cimitero di Samarate».)

Un altro stanziamento corposo consentirà di intervenire sull’edificio del Centro Diurno Minori, per arrivare alla certificazione e quindi alla possibilità di accogliere utenti da fuori Comune

C’è poi tutto il capitolo di riordino degli uffici comunali, con una serie di spostamenti in via Borsi e Casa Mauri che consentiranno, tra l’altro, di recuperare la vecchia Sala Civica, ora sede dell’ufficio tecnico. Qui i dettagli.

 

 

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 14 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore