L’amica geniale

L’Amica geniale, la fiction di Saverio Costanzo, tratta dal bestseller di Elena Ferrante, ha registrato un boom di ascolti

vario

L’Amica geniale, la fiction di Saverio Costanzo, tratta dal bestseller di Elena Ferrante, ha registrato un boom di ascolti. Lo share ha registrato oltre sette milioni di spettatori  per i primi due episodi della serie prodotta da Wilside e Fandango in collaborazione con Rai Fiction, Hbo, Tim Vision e interpretata dalle piccole Ludovica Nasti ed Elisa Del Genio, nei panni delle ragazzine geniali Lila e Lenù.

L’autrice ci ha regalato un viaggio nel passato della vecchia Napoli del dopo guerra. La storia comincia seguendo le due protagoniste, Elena Greco (Lenù) e Lila Cerullo (Lilù) da bambine e poi adolescenti. E’ ambientato in un rione povero della periferia napoletana, tra la folla di personaggi minori accompagnati lungo il loro percorso con attenta assiduità. Dalle immagini si evince la natura complessa dell’amicizia tra le due bambine, tra due ragazzine, tra due donne, seguendo passo passo la loro crescita individuale, il modo di influenzarsi a vicenda, i buoni e i cattivi sentimenti che nutrono nei decenni un rapporto vero, forte. Man mano le immagini raccontano i cambiamenti che investono il rione, Napoli, l’Italia, in più di un cinquantennio, trasformando le amiche e il loro legame. Chi ha letto il libro è rimasto affascinato ma la serie tv non ha tralasciato quei particolari che sono stati vissuti da tanti negli anni 50’.

E c’è una storia nella storia che ha colpito il pubblico. L’attrice 12enne Ludovica Nasti, protagonista insieme a Elisa del Geniode è stata ospite alla trasmissione Vieni da me di Caterina Balivo e ha raccontato il suo terribile passato.

La giovane attrice è originaria di Pozzuoli. Con lei in trasmissione c’era anche la madre Stefania e durante l’intervista ha raccontato della malattia della figlia Ludovica colpita da una forma di leucemia linfoblastica, a soli cinque anni. Fino all’età di dieci anni è stata sottoposta a lunghe cure mediche. Oggi è guarita ma la sua infanzia è stata dolorosa. La sua interpretazione è stata lodata dalla critica. L’espressione dei suoi occhi è unica.

Elena Greco, come abbiamo già detto, è interpretata da Elisa Del Genio. La ragazzina studia danza classica ed è figlia di padre italiano e madre norvegese. Ecco spiegati i suoi tratti chiari, capelli biondi e occhi azzurri. Una bellezza nordica e semplicità, gesti dolci e decisi che hanno attirato l’attenzione del regista Saverio Costanzo che l’ha scelta per il cast.

La miniserie è composta da 8 episodi di circa 50 minuti ciascuno. Martedì prossimo 4 dicembre andrà in onda il terzo e quarto episodio della serie L’Amica geniale: ‘Metamorforsi’ e la ‘Smarginatura’.

“Fonte:www.2anews.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 dicembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore