I pacchi abbandonati diventano regali per i più bisognosi

Poste Italiane donerà alla Caritas i pacchi persi o mai ritirati che saranno distribuiti negli "Empori Solidali", i supermercati dove le persone in difficoltà possono fare la spesa senza pagare, presenti anche a Varese e Saronno

emporio della solidarietà poste italiane

Quel pacco che non vi è mai arrivato o quello che non avete mai ritirato fino ad ora avevano un unico destino: il macero. Ma da oggi si cambia perchè in occasione della Giornata internazionale del Volontariato l’amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante, ha presentato “Valori Ritrovati”. Si tratta di un’iniziativa che devolve alle famiglie in difficoltà il contenuto dei pacchi non ritirati o non consegnati per l’impossibilità di trovare il destinatario.

Si tratta di oggetti di ogni tipo, dai capi di abbigliamento ai giocattoli passando per piccoli elettrodomestici o utensili per la casa che fino ad oggi erano destinati alla distruzione ma che troveranno così nuovi proprietari. Grazie a un accordo con la Caritas Diocesana di Roma, il contenuto dei pacchi sarà infatti recuperato e consegnato agli “Empori della Solidarietà” dell’ente benefico, un circuito di supermercati che fornisce gratuitamente prodotti di prima necessità alle famiglie bisognose. Tutti i plichi in questione vengono aperti e verificati al loro interno. Rientrano nella tipologia dei pacchi oggetto dell’iniziativa i “colli anonimi”, cioè quelli che non presentano alcuna informazione che possa far risalire al mittente/destinatario, e i “colli abbandonati”, vale a dire i pacchi non recapitabili al destinatario e rifiutati dal mittente.

«Con questo progetto –ha detto Matteo Del Fante- Poste Italiane dà attuazione pratica ai principi di economia circolare, aiutando migliaia di famiglie meno fortunate. L’iniziativa nasce dalla volontà dell’Azienda di promuovere e sviluppare la propria presenza a livello nazionale e territoriale a sostegno di iniziative di inclusione e di solidarietà sociale, favorendo la partecipazione e il coinvolgimento dei suoi oltre 135 mila dipendenti in un quadro di responsabilità sociale d’impresa diffusa e partecipata». L’iniziativa prevede la partecipazione di volontari di Poste Italiane che saranno impegnati a Roma, Perugia e Pescara nella distribuzione dei beni, per le attività di magazzino e nelle pratiche amministrative. «Valori ritrovati è parte di un vasto programma di attività di Corporate social responsibility – ha spiegato il Responsabile Corporate Affairs di Poste Italiane, Giuseppe Lasco -e rappresenta un nuovo capitolo di iniziative con il quale l’Azienda dimostra attraverso un progetto concreto la tradizionale attenzione alle persone e, in particolare, alle famiglie che vivono situazioni di disagio economico».

Poste Italiane ha individuato come partner la Caritas Diocesana di Roma per la sua funzione di referente della rete nazionale di Empori della Solidarietà, supermercati a tutti gli effetti presenti in Italia, dove le famiglie in difficoltà possono approvvigionarsi gratuitamente di generi di prima necessità. Anche a Varese ce n’è uno dal 2015 e un altro è stato aperto a Saronno nel 2017

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 dicembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore