Crugnola quinto a Sanremo, muove la classifica tricolore

Nella storica gara ligure, seconda prova del CIR, il varesino non riesce a inserirsi nella lotta al vertice ma ottiene un piazzamento per iniziare a scalare la classifica. Nella gara di Coppa Rally quarto posto per Spataro, Marignan vince in N2

pietro ometto andrea crugnola 2019 rally

Primo piazzamento nel Campionato Italiano Rally 2019 per Andrea Crugnola che ha chiuso in quinta posizione assoluta il Rallye Sanremo, prova storica dell’automobilismo italiano, giunta alla 66a edizione e vinta dal forte irlandese Craig Breen che quest’anno si è iscritto alla massima serie tricolore.

Dopo la delusione del Ciocco, quando venne messo KO dalla sua Volkswagen Polo R5 mentre era al comando, Crugnola ha così incamerato i primi punti nella serie al termine di una prova comunque difficile. La scelta delle gomme del varesino (navigato da Pietro Ometto) è stata differente rispetto a quelle effettuate dagli altri pretendenti alla vittoria finale e, tirando le somme, non ha pagato più di tanto.

Il pilota di Calcinate del Pesce si è trovato ai margini della Top5 dopo le prime prove, poi è stato autore di una buona parte centrale del “Sanremo”, facendo ottimi tempi nelle due speciali notturne e vincendo la PS7 sul tracciato del “Testico”. Il varesino però non è riuscito a riportarsi su Luca Rossetti, quarto, e così ha provato a sparigliare le carte sull’ultima prova, la lunghissima “Testico – Colle d’Oggia” da oltre 34 chilometri, montando pneumatici da bagnato, ma il meteo non lo ha ascoltato.

Davanti, intanto, si completava l’impresa di Breen e Nagle (Skoda Fabia R5) che proprio sulla prova conclusiva hanno scavalcato al vertice della classifica il binomio Campedelli-Canton (Ford Fiesta R5) che era al comando dalla PS3 del venerdì pomeriggio. Sul podio anche Basso e Granai (Skoda Fabia) davanti a Rossetti-Mori (Citroen C3) e appunto, Crugnola-Ometto.

«La costanza è una cosa che devo migliorare – ha spiegato Crugnola nel dopo corsa – anche perché l’anno scorso avevo fatto una gara simile. Abbiamo lavorato spesso sulla macchina e questo fa ben sperare per il futuro. L’ultima prova, molto lunga, l’abbiamo affrontata con le gomme da bagnato e purtroppo la pioggia è arrivata troppo tardi, ma del resto nella mia posizione di classifica si poteva azzardare qualcosa. Guardiamo alla Targa Florio, prossima gara del CIR, contando anche sull’affiatamento in continua crescita con Pietro (Ometto, ndr)».

CAMPIONATO ITALIANO RALLY

Classifica assoluta 
(dopo 2 gare): 1) Basso 25 punti; 2) Campedelli 24; 3) Breen 23; 4) Rossetti 18; 5) Michelini 9; 6) Albertini, Rusce, CRUGNOLA 6.
Classifica CIRA: 1) Michelini 22; 2) Rusce 16; 3) Albertini; CRUGNOLA 15; 5) Gilardoni 10.

SPATARO SFIORA IL PODIO, MARIGNAN VINCE LA CLASSE

A Sanremo, oltre al rally tricolore, si è disputata – sulla distanza delle sei PS – anche la gara valida per la Coppa Rally 2.Zona con due equipaggi varesini tra i protagonisti. Andrea Spataro, con Pietro D’Agostino, ha sfiorato il podio assoluto con una Peugeot 207 S2000, concludendo al quarto posto, secondo di classe alle spalle di Fabio Andolfi. Gran gara anche del cittigliese Matteo Marignan, 15° assoluto ma vincitore di classe con la sua Peugeot 106 N2 navigata da Luca Marchesi. Per loro anche due “incursioni” nella top ten sulle ultime due prove. A livello assoluto successo di Guastavino-Bottini su Fiesta R5 davanti ad Andolfi-Savoia (Peugeot 207 R5) e Orengo-Banaudi (Skoda Fabia R5).

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 15 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore