Un anno di tempo per prepararsi al campionato di auto a pedali

Come una vera gara automobilistica, ma l’unico motore ammesso è la forza e la resistenza delle gambe. Si tratta del campionato F1p auto a pedali – valli del Verbano organizzato dal comitato Bike & Car

auto a pedali

Come una vera gara automobilistica, ma l’unico motore ammesso è la forza e la resistenza delle gambe. Si tratta del campionato F1p auto a pedalivalli del Verbano organizzato dal comitato Bike & Car.

Al fine di rendere la terza edizione della competizione che si terrà nel 2020 ancora più grande, le associazioni che hanno ideato l’iniziativa dedicheranno il 2019 alla promozione di questo particolare modo di fare sport. Durante diverse manifestazioni in programma quest’anno, sarà infatti possibile provare i mezzi realizzati a mano dalle squadre che compongono il comitato. L’obiettivo è quello di includere nel prossimo campionato nuove squadre assieme alle loro originalissime vetture.

Forma fisica, resistenza, ma anche tanto ingegno e fantasia. Parte del divertimento sta infatti nella realizzazione dei bolidi stessi. «Le auto a pedali – ha spiegato Mauro Vanini, membro del comitato Bike & Car – sulle quali si sono disputate le scorse edizioni, sono state realizzate artigianalmente a partire da materiali di recupero».

«Abbiamo inoltre mostrato – ha aggiunto Vanini – le nostre auto a pedali a dei vigili urbani e dopo l’installazione di alcune semplici modifiche, siamo riusciti a ottenere dei mezzi a norma per il Codice della strada e quindi tranquillamente utilizzabili per circolare».

Chi vorrà salire a bordo di un’auto a pedali e magari prendere ispirazione per la costruzione del proprio bolide, potrà incontrare i membri del comitato Bike & Car in queste occasioni: il 25 aprile alla gara ciclistica per bambini a Cuveglio, al Camminando insieme di Cocquio il 26 maggio, a Gavirate il 14 giugno in occasione della pedalata lungo il lago di Varese, alla Sagra del coniglio di Casalzuigno il 30 giugno, durante gli appuntamenti della Notte rosa di Gavirate il 4, 11, 18 e 25 luglio,  a Caldana in occasione dell’Ottobre caldanese.

Le squadre che vorranno partecipare all’edizione 2020 del campionato F1p – valli del Verbano avranno quindi la possibilità di gareggiare con le proprie vetture, che dovranno però rispettare le direttive dettate dal comitato. Per conoscere le caratteristiche che dovranno avere le auto a pedali si può richiedere il regolamento con una mail all’indirizzo: bikeendcar@libero.it.

Proprio come un Gran premio di formula 1, il campionato F1p – valli del Verbano 2020 prevede una serie di gare che si disputeranno sui circuiti messi a disposizione dai comuni che ospiteranno la manifestazione. Durante il 2018, si sono tenute in totale sei gare nel periodo tra marzo e settembre rispettivamente nei comuni di Cocquio Trevisago, Azzio, Vergobbio, Orino, Casalzuigno e Caldana. «Quest’anno – ha fatto sapere Vanini – stiamo contattando diverse associazioni e comuni della provincia di Varese anche per discutere sulla possibilità di disegnare nuovi circuiti assieme alle amministrazioni comunali».

Ogni gara che si rispetti ha in palio dei premi e il campionato F1p – valli del Verbano non sarà da meno. Infatti, tutti i piloti riceveranno una medaglia commemorativa, mentre verranno premiati i migliori team costruttori. «Anche se – ha concluso Vanini – non abbiamo ancora stabilito con precisione quali saranno i premi, sicuramente non assegneremo somme di denaro. Pensiamo invece di mettere in palio pezzi di ricambio con cui migliorare la propria auto a pedali».

di
Pubblicato il 24 aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore