Una casa per le famiglie, per superare insieme le difficoltà

La cooperativa La Casa davanti al Sole ha vinto un finanziamento di Fondazione Cariplo per un servizio innovativo e virtuoso di assistenza alla fragilità

casa davanti al sole con Roberto Molinari e Rossella dimaggio

Accogliere e accompagnare, sostenere nelle fragilità e facendo emergere risorse da rimettere in circolo.

É questa la formula di “una casa per le famiglie” un progetto promosso dalla Cooperativa la Casa davanti al Sole e sostenuto dal Comune di Varese per dare risposte puntuali e concrete al bisogno delle famiglie varesine.

Finanziato da Fondazione Cariplo con centomila euro e considerato un progetto “emblematico”, la proposta che si attiverà in via Molina al 4 sarà nuova e mira a diventare un vero e proprio servizio : «Un progetto che va ad ampliare il sostegno che, come assessorati al sociale e ai servizi educativi, proponiamo alla città» ha commentato l’assessore Roberto Molinari, «Un sistema sinergico che sempre più questa amministrazione ha avviato per allargare gli aiuti, dato che nessuno può fare tutto da solo» ha specificato l’assessore Rossella Dimaggio.

In concreto, nella Casa entreranno circa 200 famiglie in due anni. Nuclei segnalati dai Servizi Sociali del Comune per avere assistenza e supporto alla genitorialità in presenza di figli pre o adolescenti. « Sono interventi per sostegno alla fragilità ma anche di prevenzione – ha spiegato il professor Gian Matteo Secchi della cooperativa – La novità è  che il cammino insieme permetterà di fare emergere le risorse che si hanno ma spesso si ignorano, così da metterle a disposizione degli altri. Un circolo virtuoso che dà anche un contributo al miglioramento della percezione di sé. La prevenzione si attiverà con i “ludobus” che offriranno un servizio ricreativo per tre o quattro vuole alla settimana. Con queste azioni miriamo a intercettare la fragilità prima che questa si trasformi in emergenza».

Il contributo sostanzioso di Fondazione Cariplo è legato proprio alla sua formula innovativa: « La coperta è corta ma questo tipo di progetti sono meritevoli di essere sostenuti anche come start up di servizi che potranno poi proseguire con le proprie gambe » ha commentato Maurizio Ampollini di Fondazione Cariplo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore