L’evoluzione dell’Ecmo nello shock cardiogeno

Il 3 luglio, l'ospedale di Varese ospiterà un convegno organizzato dal prof Cesare Beghi, Direttore della Cardiochirurgia varesina

cesare beghi cardiochirurgia

L‘evoluzione dell’ECMO nel trattamento dello shock cardiogeno è il titolo dell’importante convegno in programma per mercoledì 3 luglio, dalle ore 15.00, all’Ospedale di Circolo, in sala Giotto.

Ad organizzarlo, il Prof. Cesare Beghi, Direttore della Cardiochirurgia varesina.

«L’ECMO, acronimo per ExtraCorporeal Membrane Oxygenation, è una tecnica di circolazione extracorporea – spiega Beghi – utilizzata in ambito di rianimazione per trattare pazienti con insufficienza cardiaca o respiratoria acuta grave potenzialmente reversibile ma refrattaria al trattamento farmacologico e medico convenzionale massimale. Nonostante negli ultimi anni si sia assistito a un incremento dell’utilizzo dell’ECMO, i campi di applicazione, la modalità di gestione, e i criteri di selezione dei pazienti restano ancora non ben definiti».

Scopo del convegno, che è rivolto a cardiologi, anestesisti, rianimatori, medici di PS e AREU, sarà quello di illustrare gli ultimi aggiornamenti e indicazioni all’utilizzo di questo supporto meccanico del circolo. 

Roberto Lorusso, che sarà il relatore, è professore ordinario di Cardiochirurgia presso l’Università di Maastricht e Responsabile del progetto ECMO presso il Maastricht University Medical Center. Riconosciuto in ambito internazionale come uno dei massimi esperti di ECMO, in passato ha rivestito il ruolo di Presidente di EuroELSO, l’associazione europea di ECMO.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.