Mezzi pubblici accessibili grazie all’app per gli ipovedenti

È stata presentata al Presidente di Ferrovie Nord Milano un'applicazione progettata da studenti del Facchinetti

app per ipovedenti incontro con presidente di FNM

Una nuova idea utile è nata nel laboratorio dell’istituto Facchinetti. Da anni, nell’istituto tecnico di Castellanza i ragazzi sperimentano e si mettono in gioco per imparare ma anche per creare seguendo le proprie passioni.

Dopo la mano che riproduce la LIS, è la volta degli ipovedenti. Gli studenti hanno progettato una “app” che consente alle persone non vedenti di prendere i mezzi pubblici in completa autonomia.

L’applicazione è stata presentata questa mattina dagli stessi studenti al Presidente di Fnm Andrea Gibelli. Accompagnati da Emanuele Monti, Presidente della III Commissione Sanità e Politiche Sociali, il team di ragazzi ha spiegato la funzionalità. 

«Il Progetto si chiama B.I. The Way – spiega Monti – ed è stato ideato dal team guidato da Luca Tartaglia e Alessio Magonza, nell’ambito delle numerose attività sperimentali che vengono portate avanti dall’Isis Facchinetti. Un istituto decisamente all’avanguardia e in grado di creare strumenti, nati dall’ingegno di giovani menti brillanti, che potranno avere un riscontro pratico importantissimo nella vita della nostra società».

La mission del prodotto, si legge nella presentazione del progetto fatta dagli studenti progettisti, è quella “di facilitare l’uso di mezzi pubblici alle persone diversamente abili, ma non solo poiché il sistema può essere utilizzato da chiunque, grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie IoT e del semplice smartphone personale di cui tutti gli utenti ormai sono già in possesso”.

“Creare un’applicazione in grado di comunicare con un dispositivo collocato nella plancia di guida dell’autista con degli indicatori opzionali che si occupi di segnalare alla app dove si trova il mezzo e quand’è prossimo alla fermata, in questo modo l’app segnalerà l’arrivo soltanto del bus richiesto dall’utente precedentemente” prosegue la nota tecnica della presentazione del nuovo strumento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore