Busto ricorda le bombe atomiche: “Passato che ci fa riflettere su oggi”

Con una cerimonia sono state commemorate le vittime delle bombe atomiche esplose il 6 agosto 1945 a Hiroshima e tre giorni dopo a Nagasaki

tempio civico bombe atomiche

Martedì 6 agosto presso il Tempio Civico, l’Amministrazione Comunale in collaborazione con JCI Varese e il Comitato degli Amici del Tempio Civico hanno ricordato con una cerimonia le vittime delle bombe atomiche esplose il 6 agosto 1945 a Hiroshima e tre giorni dopo a Nagasaki.

Un momento “In memoria di Hiroshima per un futuro di pace” che ha voluto ricordare le conseguenze della guerra e degli atti di terrorismo perchè certi orrori non si ripetano.

Presente al momento di riflessione e preghiera l’assessore all’Educazione Gigi Farioli. «Ringrazio JCI, gli Amici del Tempio Civico e tutti presenti che hanno voluto partecipare a questo momento di riflessione insieme -commenta l’Assessore Farioli-. Ciò che noi oggi abbiamo il dovere di ricordare è che non dobbiamo ricordare la storia solo ed unicamente come un passato che non torni più, ma soprattutto come un presente che ci invita a riflettere sulle sfide della contemporaneità. Oggi il mondo è molto diverso da allora ma non per questo non esiste la necessità di sicurezza, la necessità di pace che non sia solo assenza di guerra, ma soprattutto la possibilità per ciascuno di poter costruire un futuro in cui realizzare i propri sogni per sé e per la comunità. Questo è il senso più profondo della giornata di oggi».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore