Le polemiche sono alle spalle, asili nido pronti a ripartire

Dopo mesi di polemiche con la minoranza per la scelta di affidare ad una cooperativa esterna anche l'asilo nido Soldini, ora è tutto pronto per accogliere i bimbi con alcune novità

asilo nido castellanza acof

A pochi giorni dall’inizio dell’anno educativo 2019/2020 l’Asilo Nido Pietro Soldini di via Vittorio Veneto e l’Asilo Nido don Giovanni Tacchi di viale Lombardia sono stati visionati dal sindaco Mirella Cerini. Dopo le tante polemiche per la scelta di affidare ad una cooperativa esterna la gestione dell’asilo nido Soldini ora è tempo di ricominciare.

Sarà ACOF Olga Fiorini – Cooperativa Sociale, ente no-profit di Busto Arsizio da oltre sessant’anni operante nei servizi d’istruzione e formazione, servizi socio-educativi a favore dell’infanzia, dei minori, delle famiglie e degli anziani a gestire da quest’anno le due strutture comunali che avvieranno la loro attività lunedì 2 settembre prossimo.

asilo nido castellanza acof

Molte le novità per il nuovo anno educativo. Dalla presenza di un’insegnante madrelingua inglese proveniente dalla scuola materna English School, che, attraverso filastrocche canzoncine story telling ed action and songs, insegnerà in modo divertente l’inglese.

Al Nido by night. Su prenotazione il primo venerdì del mese, o in occasione di feste particolari, cena al nido per i bambini. Un’iniziativa che nasce dall’esigenza da parte dei genitori di ritrovare una stabilità di coppia dopo la nascita dei figli e potersi dedicare una serata per loro stessi.
Fino ai Laboratori al sabato mattina in occasione di ricorrenze e tradizioni (Halloween, Carnevale, Natale) dove i bambini realizzano lavoretti e i genitori hanno qualche ora per loro! Laboratori aperti anche a fratelli e sorelle maggiori frequentati la scuola dell’infanzia.

Novità importante anche in cucina: ai bambini saranno proposti menù attenti ai dettami dell’Istituto Europeo di Oncologia (I.E.O.). Il pasto preparato al nido Soldini sarà poi trasportato in contenitori termici al nido Don Tacchi.

L’educazione dei bambini ospiti dei due nidi sarà affidata a personale in possesso di idonea qualifica e sarà garantito il rapporto di 1 educatrice ogni 7 bambini in ottemperanza a quanto previsto dalla normativa. Proseguono intanto in questi giorni gli incontri all’asilo Soldini tra la coordinatrice e i genitori dei bambini per un primo momento di reciproca conoscenza e di condivisione del progetto educativo proposto dalla cooperativa di Busto.

«Sono molto soddisfatta di come si presentano le due strutture all’inizio del nuovo anno educativo – spiega il Sindaco della Città di Castellanza, Mirella Cerini, recatasi proprio in questi giorni in visita agli ambienti -.
Nonostante il poco tempo avuto a disposizione, ACOF riuscirà a garantire un servizio ottimale per le famiglie castellanzesi. Sono contenta della nuova impostazione sia strutturale che didattica proposta e sono sicura che anche i genitori accoglieranno con favore il servizio e tutte le novità proposte. Ho apprezzato la riorganizzazione e il rinnovamento degli spazi avendo come priorità la sicurezza e la cura degli ambienti in cui i bambini trascorreranno le loro giornate. Inoltre, come preannunciato ai genitori, la flessibilità degli orari in entrata e in uscita è considerevolmente aumentata a favore delle esigenze lavorative e non delle famiglie».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 29 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore