Torna la festa della Lega della Valceresio

Sfilata di big, dall’onorevole Grimoldi, segretario della Lega Lombarda, al ministro Locatelli. Venerdì sera dibattito transfrontaliero tra Quadri e Bignasca

Davide quadri

Da venerdì 23 agosto a domenica  25 agosto si terrà ad Arcisate la Festa della Lega della Valceresio. Un evento molto atteso dalla base del Carroccio, prologo della ripresa dell’attività politica di settembre. La festa si svolgerà al Parco Lagozza con ospiti importanti. Si comincia venerdì 23 agosto con Paolo Grimoldi, segretario della Lega Lombarda, insieme ai consiglieri regionali del territorio Emanuele Monti (Presidente della III Commissione Sanità e Politiche Sociali di Regione Lombardia) e Marco Colombo, già sindaco di Sesto Calende. Sempre venerdì (ore 19) si svolgerà il dibattito tra Davide Quadri, coordinatore provinciale Lega Giovani e responsabile federale Esteri del movimento, e Boris Bignasca, Deputato al Gran Consiglio per la Lega dei Ticinesi. L’incontro tratterà dei temi legati ai giovani, ai rapporti tra Lombardia e Canton Ticino e all’Europa.

Sabato 24 interverranno Alessandra Locatelli (ministro per la Famiglia e le disabilità) e Dario Galli, viceministro allo Sviluppo economico. Domenica 25 chiuderà Matteo Bianchi, segretario provinciale della Lega di Varese. I confronti politici inizieranno alle 21, mentre la festa con gli stand e la cucina sarà aperta venerdì e sabato a partire dalle 18.00 e domenica anche a mezzogiorno. Al pranzo di domenica, alle 12.30, si rinnoverà l’usanza del primo piatto offerto agli anziani.

Alle serate sarà presente anche il sindaco di Arcisate Gian Luca Cavalluzzi e gli esponenti della giunta. «La Festa della Lega della Valceresio è un appuntamento ormai consolidato, che attira un pubblico sempre maggiore, di anno in anno, e che rappresenta un momento importante di confronto e programmazione politica in vista dell’autunno” commenta il segretario della sezione di Arcisate-Besano, Roberto Martinello.

«Dopo le recenti elezioni europee, che hanno modificato in maniera totale, visti i risultati delle urne, gli assetti della Ue, i giovani devono essere sempre più protagonisti della costruzione della nuova Europa – commenta Davide Quadri, coordinatore provinciale Lega Giovani di Varese – costruire l’Europa significa ragionare sui modelli che funzionano e correggere quello che finora non ha funzionato. Appare evidente come sia fondamentale, non solo per la vicinanza geografica, il confronto con la Svizzera, che seppur fuori dall’Unione Europea rappresenta un modello federale funzionante da secoli».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore