Dieci donne al mese si rivolgono al centro antiviolenza

In 18 mesi di attività all'interno dell'ospedale di Varese, Amico Fragile traccia un drammatico bilancio. Flash mob al monoblocco per tenere alta l'attenzione

Centosettanta donne da marzo 2018 a settembre 2019. Poco meno di 10 ogni mese. È l’assistenza fornita dal centro antiviolenza Dico_Donna aperto da Amico Fragile onlus all’ospedale di Varese, con un presidio fisso nei pronto soccorso del Circolo e del Del Ponte.

Questa mattina, nella hall del monoblocco di via Guicciardini si è rinnovata la manifestazione di sensibilizzazione contro la violenza di genere.
Un flash mob realizzato dalle corsiste e dalle operatrici del gruppo di teatro del Centro Psico Sociale di Laveno e alcune attrici della Compagnia Duse di Besozzo, dirette dalla regista Silvia Sartorio per narrare storie di soprusi, vessazioni, violenze subite dalle donne in modo plateale o subdolo.

Una drammatizzazione della frustrazione e della paura delle donne vittime che hanno un’occasione di trovare aiuto concreto per uscire dalla difficile e, spesso, drammatica situazione.

A Varese esiste una rete che coinvolge istituzioni, forse dell’ordine e volontariato per intercettare situazioni di violenza: « In 18 mesi abbiamo aiutato 170 donne – ha spiegato la presidente di Amico Fragile Liliana Colombo – di queste il 70% è italiana e l’eta media è sotto i 40 anni».

In ospedale attivo un centro per aiutare le donne maltrattate

Alle donne si somma il dramma dei bambini, spesso testimoni di episodi di violenza a cui occorre dare un supporto per evitare danni psicologici profondi.

 

 

Dalle 10 alle 13, il gruppo ha ripetuto la rappresentazione: chi si è fermato, chi ha gettato uno sguardo, chi si è fermato al banchetto di Amico Fragile. Il cammino è ancora lungo e difficile ma è tracciato.

di
Pubblicato il 10 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore