Coperture industriali: soluzioni per sfruttare al meglio le aree aziendali

Prima o poi tutte le imprese guardandosi intorno capiscono che l’area di lavoro andrebbe ottimizzata, o che servirebbe altra superficie riparata

vario

Sfruttare lo spazio aziendale senza commettere errori è complicato. Prima o poi tutte le imprese guardandosi intorno capiscono che l’area di lavoro andrebbe ottimizzata, o che servirebbe altra superficie riparata. La soluzione è allestire altre strutture, ma si fa presto a dire coperture industriali.

Lo spazio è sempre lo stesso, la coperta è corta. Aprire un cantiere nel proprio stabilimento è una cosa lunga e caotica, rischierebbe di protrarsi per mesi e mesi, senza contare che l’area costruita resterà tale, inutilizzabile per altri scopi in futuro. E poi c’è il budget, che andrebbe ridotto il più possibile ma senza rinunciare alla qualità della struttura.

Come risolvere l’enigma? Vediamo quali sono le coperture industriali più utilizzate negli ultimi anni dalle aziende del settore.

Capannoni in muratura

Il capannone in muratura resta la soluzione di partenza per ogni business emergente. È la struttura che incarna la sede dell’azienda, con uffici e reparti produttivi, l’edificio centrale di ogni stabilimento. Ha il vantaggio di essere realizzabile su misura, anche se sono sempre di più le imprese che rilevano vecchi capannoni dismessi, edifici abbandonati spettri di un boom economico dei tempi passati.

Il capannone è un immobile a tutti gli effetti, con lunghi tempi di realizzazione, un investimento costoso, con tasse e lunghi ammortamenti annessi. Di certo è la risposta per l’imprenditore che vuole fondare il suo quartier generale, ma non la soluzione più conveniente per ampliare i propri spazi già esistenti, in modo smart e veloce.

Capannoni prefabbricati

Una soluzione che prova a sopperire alla lentezza e ai costi di realizzazioni dei tradizionali edifici industriali si chiama capannone prefabbricato. Standard, fatto di pannelli modulari, il prefabbricato permette di allestire in poco tempo un impianto anche medio-grande, dall’aspetto simile ai tradizionali immobili industriali. Inoltre il prezzo dei blocchi è più contenuto, non avendo materiali edilizi particolarmente elaborati.

 

Attenzione alla qualità. Il mondo del prefabbricato può riservare sorprese inaspettate e rivelarsi anche poco funzionale: ogni azienda è unica, e una soluzione uguale per tutti potrebbe non fare al caso proprio.

Capannoni mobili in pvc

I capannoni in PVC sono un ibrido molto interessante. Personalizzabili come un capannone in cemento armato, modulari come un prefabbricato. Veloci da realizzare e su misura: il mix ideale per le imprese che non amano aspettare.

La progettazione avviene sulla base di acciaio strutturale e telo PVC, una combinazione resistente e flessibile. Queste strutture, infatti, non nascono per rimanere ferme, ma sono dotate di mobilità. I capannoni mobili di Tunnel Mobili Srl, per esempio, hanno ruote in acciaio alla base che rendono queste coperture industriali retrattili (se si aprono e si chiudono) o scorrevoli (se si spostano da una posizione all’altra). Addio problematica di gestione dello spazio, quindi: quando serve riparare l’area, il capannone in PVC può farlo. Quando invece lo spazio va usato diversamente, il tunnel viene semplicemente fatto scorrere, liberando la zona.

Inoltre i prezzi sono drasticamente più contenuti rispetto a prefabbricati e immobili in muratura. Questo li rende accessibili anche a una platea di piccole-medie imprese, incapaci di acquistare altro terreno per allargarsi. Con un capannone mobile, però, lo spazio può bastare: si ottimizza, non si aumenta.

 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.