Ferrovia della Valmorea, Mazzucchelli e Landoni decisi: “Adesso facciamo l’appello dei sindaci”

Pochi i sindaci del territorio presenti al confronto sul trenino della Ferrovia Valmorea. I primi cittadini di Cairate e Gorla Minore invitano gli assenti a mostrare il loro interesse per il progetto

Generico 2018

I soldi ci sono, l’entusiasmo intorno al progetto c’è, non resta che dare concretezza ad un sogno condiviso da tanti: se il trenino della Ferrovia Valmorea deve rinascere, è però necessario che gli amministratori locali mostrino di essere compatti e dimostrino quanto il progetto conti, davvero, per il territorio nella sua interezza.

Al termine dell’incontro sulla Valmorea, sono Paolo Mazzucchelli, sindaco di Cairate, e Vittorio Landoni, sindaco di Gorla Minore, a riassumere quale debba essere l’obiettivo dei prossimi mesi: coinvolgere tutti i loro colleghi e tornare a bussare alle porte di Regione Lombardia.
In effetti, all’importante giornata di ieri erano presenti i sindaci Pietro Zappamiglio (Gorla Maggiore), Elisabetta Galli (Marnate), Maria Elena Catella (Fagnano Olona), Giuseppe Leo (vicesindaco di Solbiate Olona), Giampiero Pandiani (delegato dal sindaco di Valmorea): e tutti gli altri?
 «Per ottenere davvero qualcosa è necessario che tutti i paesi coinvolti mostrino il loro interesse, ma oggi ci sono state troppe assenze» hanno commentato Mazzucchelli e Landoni.

Durante il confronto, era stato il primo cittadino di Cairate a puntare i riflettori sulla necessità di agire compatti: «Stiamo facendo l’ennesima riunione sull’argomento, ma adesso dobbiamo fare un passo in avanti. Si tratta di un progetto dalle potenzialità enormi: viviamo in un territorio ricco di bellezza, ma abbiamo al contempo abbiamo la responsabilità di gestirlo al meglio. Realizziamo qualcosa di concreto: io posso investire per lo studio 4mila euro nel prossimo Bilancio di previsione, se tutti i paesi destinassero una cifra per questo progetto potremmo dare un segnale forte alla Regione. Non è un problema di soldi, ma di volontà».

«Va bene fare questo investimento – aveva risposto subito il sindaco gorlese Landoni – ma ci deve essere un comitato che coordini il tutto e che raccolga le adesioni. Ci deve essere sinergia fra tutti gli attori».

Un comitato di coordinamento che, stando a quanto emerso durante il dibattito, dovrebbe nascere a breve.  Adesso spetta ai sindaci fare la loro parte: “La forza di volontà può far superare qualsiasi difficoltà, solo così potremo realizzare tutti insieme questo progetto” ha commentato a riguardo Marco Baroni, fondatore dell’associazione amici della Ferrovia Valmorea.
“I comuni non hanno più alibi” ha chiosato Michele Palazzo, dell’Ecomuseo della valle Olona. Cosa risponderanno i sindaci assenti ieri?

di
Pubblicato il 24 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore