Fimaa conferma la ripresa del mercato immobiliare e la leadership di Taverna

Il 37° convegno della Federazione italiana mediatori agenti d'affari ha consolidato l'immagine di una squadra solida. Giorgio Angelucci (Confcommercio): «Oggi siete una delle organizzazioni più importanti d'Italia»

Economia generiche

Può quasi apparire scontato, ma il 37° convegno della Fimaa (Federazione italiana mediatori agenti d’affari) della provincia di Varese è stata la riconferma di una leadership consolidata a livello nazionale, con Santino Taverna, e a livello provinciale con il vice presidente Dino Vanetti che nell’occasione era anche il moderatore del convegno intitolato “Mercato immobiliare come attivare la ripresa“.

Sul palco della Villa Napoleonica, al centro congressi delle Ville Ponti, si sono alternate molte autorità, riconoscendo all’unisono il lavoro fatto da Taverna. «Ricordo che cinque anni fa – ha detto in apertura di convegno Giorgio Angelucci, presidente di Confcommercio provinciale – Santino aveva detto: “Voglio che  Fimaa si basi su etica e professionalità“. Oggi siete una delle organizzazioni più importanti e solide d’Italia».

Lo stesso Fabio Lunghi, presidente della Camera di Commercio, che ha esordito con un simpatico «Caro Tino»,  ha sottolineato l’impronta che il presidente nazionale ha dato alla federazione, ricordando al tempo stesso l’impegno dell’ente camerale nel rendere attrattiva per gli investitori la provincia di Varese. «Guardiamo con sempre grande attenzione allo sviluppo del mercato immobiliare – ha detto Lunghi -. Come Camera di Commercio puntiamo sull’attrattività col nostro progetto Invest Varese. Dopo un periodo di buio si inizia a intravedere qualcosa». Alla fine dell’intervento a Lunghi è stata consegnata una targa da parte di Fimaa, un riconoscimento per il ruolo e l’attività svolta dall’ente camerale.

Che il mercato immobiliare varesino sia in ripresa non è una semplice sensazione, ma una certezza. Per la prima volta dal 2008, l’anno della crisi e della bollla speculativa immobiliare, le compravendite hanno superato di nuovo quota 10mila. Resta il nodo dei valori immobiliari che tendono a ristagnare. Nel corso della Casa in Fiera, lo stesso vice presidente di Fimaa aveva ricordato che «Il nuovo trascina anche il vecchio» e che solo quando «si vedranno gru all’orizzonte» si potrà dire fine al trend negativo.

E le gru potrebbero apparire presto sulla skyline del Sacro Monte. Il sindaco Davide Galimberti nel suo intervento ha ricordato come l’introduzione di incentivi per la riqualificazione di aree dismesse e per favorire l’occupazione stanno dando i risultati sperati. «Tre mesi fa è stata venduta l’area della ex Aermacchi – ha detto il sindaco – così come tre importanti aziende del territorio hanno deciso di ampliare la propria capacità produttiva e ampliare la platea degli occupati grazie agli incentivi. La ripresa qui si sta concretizzando grazie alla capacità attrattiva del territorio».

In un video presentato per l’occasione è arrivato anche l’endorsement di Carlo Sangalli. Il presidente di Confcommercio imprese per l’Italia ha ricordato che: «In un mercato la mediazione non è complessità ma è un valore aggiunto e di semplificazione».

«Certi risultati si ottengono solo se c’è una squadra» ha detto Santino Taverna. E quella di Fimaa, che fa parte di Confcommercio, è una squadra piuttosto corposa: può contare infatti su 12mila imprese associate e 40 mila tra dipendenti e collaboratori. E molti degli agenti e dipendenti delle agenzie associate Fimaa erano presenti nella Sala Napoleonica. Con loro gli assessori alle Attività produttive e ai Lavori pubblici del comune di Varese, Ivana Perusin e Andrea Civati, Sergio Bellani, segretario generale Uniascom provincia Varese, il nuovo presidente del Movimento consumatori, l’avvocato Gianluca Franchi, il segretario della Camera di Commercio Mauro Temperelli.

di michele.mancino@varesenews.it
Pubblicato il 12 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore