Matteo Salvini andrà a processo per il “caso Gregoretti”

Dall'aula del senato via libera al processo a Salvini per il "Caso Gregoretti". La Lega non partecipa al voto

voto salvini processo gregoretti

Via libera dall’Aula del Senato al processo a Matto Salvini sul caso Gregoretti. All’ex ministro dell’Interno è contestato il reato di sequestro di persona per i 131 migranti, rimasti per 4 giorni a bordo di una nave militare, prima dello sbarco ad Augusta il 31 luglio 2019.

«Lo sapevo. Sono assolutamente tranquillo e orgoglioso di quello che ho fatto – ha commentato Salvini all’agenzia Ansa subito dopo il voto-. E lo rifarò appena tornato al governo. Come è stato difendersi in Senato? Surreale. Ho giurato sulla Costituzione, che prevede che difendere la patria è dovere di ogni cittadino. Io ho difeso l’Italia».

Il via libera al processo arriva dal momento che l’ordine del giorno presentato da Forza Italia e Fratelli d’Italia per negare l’autorizzazione a procedere è stato respinto da M5s, Pd, Italia viva e Leu. La giunta delle immunità del Senato, infatti, il 20 gennaio scorso -a pochi delle elezioni in Emilia Romagna- aveva dato il suo ok al processo. Un via libera arrivato con i voti della Lega e su indicazione dello stesso Salvini.

Il numero dei favorevoli e dei contrari sarà reso noto solo in serata. I senatori che non hanno partecipato alla votazione potranno infatti farlo fino al tardo pomeriggio comunicando il loro voto ai senatori Segretari. Tutto il gruppo della Lega, al momento della votazione, ha lasciato l’aula.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. apetraccone
    Scritto da apetraccone

    …”Ho giurato sulla Costituzione, che prevede che difendere la patria è dovere di ogni cittadino. Io ho difeso l’Italia»…. Ma non mi sembra che dalla Gregoretti fosse in corso un tentativo di sbarco armato con baionetta in canna da parte di forze militari avverse ed ostili… Sarebbe bastato far sbarcare la gente e trasferirla nei centri preposti cosi come poi ha dovuto fare. Ma lui ha voluto fare rumore far vedere che ha il pugno di ferro senza valutare le conseguenze e quindi una persona così impulsiva non può governare una Nazione. Questo ragazzo è un povero fulminato, borioso e presuntuoso di saperla lunga.

Segnala Errore