Quantcast
apetraccone

Antonio Petraccone

  • Vive a Solbiate Arno VA

I miei commenti (95)

  1. Che strana cosa… Urbino non è proprio a due passi… Dalla Valcuvia ad Urbino ci sono nel mezzo almeno 5-6 atenei…. Proprio tutti ad Urbino?
    Forse non ho capito bene… È una famiglia originaria della Valcuvia che si è trasferita tutta ad Urbino? Oppure è una Università online?

    in Valcuvia la “dotta“: sette laureati in un’unica famiglia

    10 febbraio 2020 alle 22:35
  2. …”Ho giurato sulla Costituzione, che prevede che difendere la patria è dovere di ogni cittadino. Io ho difeso l’Italia»…. Ma non mi sembra che dalla Gregoretti fosse in corso un tentativo di sbarco armato con baionetta in canna da parte di forze militari avverse ed ostili… Sarebbe bastato far sbarcare la gente e trasferirla nei centri preposti cosi come poi ha dovuto fare. Ma lui ha voluto fare rumore far vedere che ha il pugno di ferro senza valutare le conseguenze e quindi una persona così impulsiva non può governare una Nazione. Questo ragazzo è un povero fulminato, borioso e presuntuoso di saperla lunga.

    in Matteo Salvini andrà a processo per il “caso Gregoretti”

    12 febbraio 2020 alle 19:31
  3. E ai mezzi pubblici? Nessuno pensa che essendo pubblici, piccoli e chiusi non è possibile osservare il metro di distanza? E poi perché i capoluoghi e le grandi città non derogano o riducono il pagamento parcheggi favorendo la mobilità individuale o al più a gruppi limitati di persone? È una situazione di emergenza e bisogna evitare in tutti i modi l’aggregazione di persone in luoghi chiusi, anche a scapito di un po’ di traffico e qualche punto di inquinamento in più. D’altronde non si può costringere le persone che stanno bene di rimanere chiusi in casa prorogando di settimana in settimana un decreto “anti contagio”… le persone che stanno bene potrebbero tenere attive le proprie attività … altrimenti se va avanti così pensando di ridurre i contagi di certo non si evita il collasso economico!

    in Cinema, teatri e palestre chiuse. Un metro di distanza nei locali pubblici

    2 marzo 2020 alle 8:34
  4. Questa idea potrà sembrare buona ma secondo me nasconde un serio problema. Come la mettiamo con gli abbonati? Cioè chi compra l’abbonamento per una determinata tratta si aspetta di poter usufruire, come da regolamento di viaggio, della possibilità di viaggiare da pendolare almeno nei giorni feriali di una corsa all’andata e di una corsa al ritorno o anche di più corse al giorno sempre sulla stessa tratta, perché è l’agevolazione intrinseca dell’abbonamento. Ma se in un ipotetica situazione a regime si dovrà prenotare ogni corsa per salire, cosa accadrà a chi non trova posto in osservanza delle regole COVID? Come la mettiamo? Sale ugualmente e si prende la multa per di più con regolare abbonamento pagato?!?
    Sappiamo tutti come i treni viaggiavano in momenti pre-COVID, carichi al pari di carri bestiame! Molti viaggiatori non riusciranno a prenotare il posto!
    L’abbonamento, pagato anticipatamente, da potenziale titolo di viaggi indefiniti diventa una potenziale beffa perché non si garantisce più lo stesso servizio. Va quindi rivisto il regolamento di viaggio rimborsando l’abbonato del mancati viaggi? Vanno ridotte le tariffe di abbonamento?
    Di soluzioni applicabili solo due vale veramente applicare. Intensificare il numero di corse da ogni 30 minuti ad ogni 15 minuti e allungare tutti i convogli al doppio delle carrozze…e non servono prenotazioni!

    in Su Trenord con la prenotazione: “Test su 8 treni nei weekend”

    2 luglio 2020 alle 0:08
  5. Se qualcuno ha sbagliato… infrangendo un norma una regola è chiamato a risponderne… magari una sanzione, una sospensione dal servizio. Non vedo reati gravissimi… d’altronde quando si sbaglia anche in buona fede, come quando ad es. si supera un limite di velocità e arriva la multa a casa… mica se ne fa una tragedia?.. o si va presso il comando dei vigili a supplicare di chiudere un occhio?… si paga e basta! Quello che in tutta questa storia vedo di sbagliato è la strumentalizzazione che si fa da un lato “la maggioranza” che strumentalizza a scopo politico sotto imminenti elezioni… e “l’opposizione” che quando gli tocchi per qualsiasi cosa gridano “magistratura di parte!”. Quel che rispondo io alle opposizioni è che non in poche occasioni gli inquirenti hanno già chiuso qualche occhio nel loro confronti come anche per gli altri. Quindi disinteressiamoci e lasciamo fare alla giustizia il suo percorso. Chi ha sbagliato se veramente sarà confermato l’errore… pagherà la sua sanzione.

    in La difesa di Fontana: “Non sono arretrato di fronte ad una pandemia e non lo faccio ora”

    27 luglio 2020 alle 19:28
  6. Certi che i fascisti per il momento sono solo materiale per film tragi-comici come quello ora nelle sale “Sono tornato”. Consiglio ai fascisti di andarlo a vedere così si rilassano, ridono e forse anche prendono qualche spunto di riflessione sugli errori del passato.
    Riporto uno stralcio di dialogo da una scena che fa riflettere:
    Dux: “…Sareste d’accordo su una dittatura?…”
    Intervistati: “Ma una dittatura libera però, una dittatura, non troppo dittatura….”
    Dux: “Un solo partito..”
    intervistati: “Massimo due…”
    Ecco in questo si riassume l’idealogia fascisti moderna… e cioè essere fascisti con gli altri, con chi non la pensa come loro, ma tra di loro… liberi, ignoranti e fancazzisti. Un fascista così da “dittatura… ma non troppo” l’avete già ed è stato almeno tre volte al Governo negli ultimi 20anni senza combinare un ca..o. Mr. Bunga Bunga.
    Fascisti così per me… possono andare a cag..re!

    in “Basta odio. Bertuletti non può più essere sindaco del paese”

    9 febbraio 2018 alle 16:04
  7. Rapinare la stessa banca una seconda volta è sempre un grave reato. Non diventa un reato minore…. per cui riproporre lo stesso post nella stessa ricorrenza è, e rimane grave… forse, più che la strumentalizzazione di chi reagisce indignato, pesa di più il fatto che si è cercata volutamente la provocazione.

    in I docenti della scuola: “Dal sindaco un oltraggio a chi ha perso la vita”

    1 febbraio 2018 alle 18:38
  8. Forse più semplicemente è scaduto il contratto con il Gestore della manutenzione e conduzione del servizio di illuminazione pubblica, o perché gli impianti sono stati riscattati dal comune e ora deve attivarsi con propri fondi per la riqualificazione degli impianti, cosa non proprio di poco conto. E la manutenzione ordinaria programmata è comunque da affidare a ditta specializzata, perché non bastano i tecnici e competenze nell’organico del Comune per soddisfare tutto il territorio. Insomma ci vogliono, soldi e appalti e quindi mesi di attesa prima che situazione si sblocchi…

    in Strade al buio, si cerca una soluzione

    13 gennaio 2018 alle 0:51
  9. Chiaro. Allora man mano che aumenterà il numero di bici lasciate in periferia senza che nessuno le riporti in centro, si evidenzierà come punto debole del progetto. Basta guardare sull’app quante c’è ne sono ora a Bobbiate (ne ho contate una ventina) sono una ventina in meno disponibili in centro a Varese, magari vicino alle stazioni dove servono sempre.

    in Ofo: “Le bici gialle stanno funzionando”

    23 novembre 2017 alle 17:17
  10. Lasciare le bici all’IPER o alla Schiranna che rischiano di rimanere lì per molto tempo si risolve segnalandolo come abuso?

    in Ofo: “Le bici gialle stanno funzionando”

    22 novembre 2017 alle 20:21
  11. Caro mosi_mosi prima di parlare “a vanvera” si informi del fatto che con il Decreto Monti e Legge Delrio, le province sono state fortemente ridimensionate, tanto è che non dispongono più di mezzi e persone per svolgere proprio quel compito che lamenti non venga svolto a dovere.
    Prima era un’eccellenza della Provincia.
    Quindi è così che stanno le cose, ci sono però i gruppi faunistici volontari…chiedete e chiamate loro…

    in Io, il mio ragazzo e quel cinghialetto ferito

    13 settembre 2017 alle 20:28
  12. Bustocco-71…. Vai a farti un giro sulla tangenziale di Milano… Tutto l’anello nord-est-ovest… E vediamo se riesci a farla gratis! Se lo fai sul GRA…. è gratis! Informati!

    in Pedemontana, botta e risposta tra Maroni e Astuti

    30 novembre 2015 alle 18:39

Foto dei lettori (0)

Notizie (0)

Auguri (0)

Viaggi (0)

Nascite (0)

Matrimoni (0)