Vento in aumento, previste raffiche fino a 90 km/h

Dalle 18 scatta l'allerta della protezione civile per tutta l'area Alpina e Prealpina della Lombardia. Il vento in esaurimento dal primo pomeriggio di lunedì

vento valganna monte martica

Dal tardo pomeriggio di domenica 23 febbraio e fino al primo pomeriggio di lunedì 24 il Centro Funzionale per il monitoraggio dei rischi naturali prevede un aumento dell’intensità della ventilazione, con venti moderati o forti da nordovest su Alpi e Prealpi principalmente sopra i 1500 metri di quota, con locali raffiche su creste e valichi di Retiche, Adamello e Orobie fino a 50 – 90 km/h, localmente fino a moderati ( medie orarie fino a 20 – 40 km/h) alle quote inferiori. Già da lunedì in generale è prevista un’attenuazione dal pomeriggio.

Dalle 18 di domenica, quindi, scatta l’allerta di codice giallo per tutta l’area Alpina e Prealpina. Il codice per la “ordinaria criticità” rimarrà in vigore fino alle 14 di lunedì.

“In particolare si suggerisce ai Presidi territoriali di prestare attenzione a fenomeni che potrebbero risultare intensi e pericolosi” spiega la Protezione Civile nel suo bollettino che suggerisce l’attivazione degli scenari del caso per valutare gli “effetti che potrebbero generare pericoli e problemi sulle aree interessate dall’eventuale crollo d’impalcature, cartelloni, alberi (particolare attenzione dovrà essere rivolta a quelle situazioni in cui i crolli possono coinvolgere strade pubbliche e private, parcheggi, luoghi di transito, servizi pubblici, etc); sulla viabilità, soprattutto nei casi in cui sono in circolazione mezzi pesanti; legati alla instabilità dei versanti più acclivi, quando sollecitati dell’effetto leva prodotto dalla presenza di alberi; per la sicurezza dei voli amatoriali e, in generale, dello svolgimento di attività in alta quota; alle attività svolte sugli specchi lacuali”.

In questo scenario “l’aumento della ventilazione in quota potrebbe rendere difficoltose anche eventuali azioni di spegnimento incendi boschivi mediante mezzi aerei”, una circostanza che potrebbe interessare anche l’area tra Sesto Calende e Mercallo.

Incendio a Lentate, in fumo 33 ettari di bosco

Complessivamente la Protezione Civile fotografa e prevede “un flusso occidentale in quota stabile determina tempo asciutto e poco nuvoloso, con qualche episodio di rinforzo di vento e temperature miti. Martedì 25/02 è previsto il cedimento della struttura di alta pressione per l’ingresso di una saccatura nordatlantica, che porterà tra martedì 25/02 e mercoledì 26/02 nuvolosità variabile ma più marcata, precipitazioni sparse, rinforzi di vento a tutte le quote e temperature in nuovo calo”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore