Coronavirus, ora diminuiscono anche gli accessi alla terapia intensiva

È sempre stato il dato più critico dall'inizio dell'epidemia a causa del numero esiguo di posti letto rispetto all'andamento della crescita del numero dei pazienti

terapia intensiva

Siamo ancora in una fase di crescita dei contagi, fotografato dal numero di tamponi positivi effettuati agli ammalati più gravi, ma questa crescita si sta confermando all’interno di un trend di sensibile rallentamento.

Anche l’odierno punto stampa di regione Lombardia ha lasciato nuovi segnali di positività, per la prima volta anche per quanto riguarda il dato degli accessi alle terapie intensive in Lombardia, il vero elemento cruciale nella lotta all’epidemia in corso. «I dati sono la conferma di una speranza – ha specificato l’assessore regionale al welfare Giulio Gallera -: diminuisce infatti il numero dei positivi e degli accessi alle terapie intensive. Ad oggi infatti sono 603 le persone dimesse dalle terapie intensive e si è passati dai 132 accessi del 24 marzo agli 81 di ieri».

 

Un dato importante per la misurazione dell’andamento dell’epidemia che procede a diverse ondate: la prima è quella del numero di persone positive al test, una misurazione che inevitabilmente arriva a distanza di diversi giorni da quando è avvenuto il contagio. La seconda è quella degli accessi dei ricoveri ospedalieri per gli ammalati con un decorso più grave della malattia. Segue il numero dei casi ancora più gravi, i pazienti che hanno bisogno di ricorrere alle cure della terapia intensiva e, infine, il dato più tragico: quello dei decessi.

Il numero del totale dei pazienti in terapia intensiva giorno per giorno

I posti attualmente occupati in terapia intensiva sono 1.324, ieri 1.330, l’altro ieri: 1.328 e nei giorni precedenti: 1.319, 1.292, 1.263, 1.236, 1.183, 1.142 , 1.093 , 1.050, 1.006, 924, 879, 823, 767, 732, 650, 605, 560, 466, 440, 399, 359.

I numeri del contagio: sono 893 nel Varesotto, 27 casi positivi in più

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore