La giunta di Luvinate approva il bilancio su Skype

Il bilancio di previsione 2020 è stato approvato con una videoconferenza. Il sindaco Boriani: "Vogliamo che il Comune proceda pur nelle acque tempestose"

luvinate comune generica

Il primo bilancio da “remoto” con Sindaco, Assessori e Segretario comunale collegati in videochiamata per l’emergenza Coronavirus. E’ stato così approvato dalla Giunta questa mattina il bilancio di previsione 2020 del Comune di Luvinate, che dovrà essere poi essere votato nelle prossime settimane dal Consiglio Comunale.

Viene confermato l’importante stanziamento finanziario di 90.000 per le politiche sociali (persone con disabilità, anziani) e a favore delle realtà educative ( quasi 40.000€ tra scuola materna e diritto allo studio per la scuola primaria). Sul fronte sicurezza previsti quasi 4.000€ per la Protezione Civile, con l’aggiornamento del Piano di Protezione Civile Intercomunale e la conferma del contributo ai volontari della Guardia Nazionale, per il controllo ed il monitoraggio del territorio a supporto delle attività istituzionali delle forze di sicurezza.

Diverse novità previste sul fronte investimenti ed opere pubbliche, anche grazie ad uno stanziamento straordinario dello Stato per i piccoli comuni e per diverse somme derivanti da oneri di urbanizzazione. Si tratta di previsione operative che andranno poi confermate durante l’anno a fronte degli effettivi incassi e senza dimenticare l’emergenza Coronavirus: sostituzione dei giochi al Parco del Sorriso; realizzazione di un nuovo percorso pedonale in piazza Don Sironi/Via San Vito lungo il perimetro dei giardini della scuola per garantire la sicurezza pedonale; realizzazione del nuovo parcheggio in via Mazzorin (da 6 a 13 posti auto); possibile acquisizione di un terreno in via Rancio per la realizzazione di un’area di sosta come da previsione del PGT;  riscatto dell’illuminazione pubblica sul territorio comunale per una più efficiente gestione e manutenzione dei punti luce.

«Pur nel quadro costante di incertezza finanziaria e nonostante la drammatica crisi sanitaria ed economica in corso -ha commentato il sindaco Alessandro Boriani- abbiamo voluto non assumere una scelta attendista, ma procedere secondo il programma definito per l’anno, pronti naturalmente ad intervenire secondo legge di fronte a necessità o cambiamenti che dovessero emergere, soprattutto per l’emergenza Coronavirus. Vogliamo che il Comune proceda, pur nelle acque tempestose di questo 2020».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore