Leonardo, Fata Logistic al fianco del Banco Alimentare

L’azienda ha trasportato 169 pedane di materiali di generi alimentari per un totale di 82 tonnellate con l’impiego di 5 propri mezzi bilici

leonardo banco alimentare

FATA Logistic Systems, società di Leonardo specializzata in logistica industriale, supporto alla Difesa, spedizioni, trasporti e conservazione sostitutiva, scende in campo per sostenere l’impegno, messo a dura prova dall’emergenza Covid-19, di chi in Italia recupera le eccedenze alimentari redistribuendole alle organizzazioni di assistenza dei più bisognosi.

L’azienda ha messo gratuitamente a disposizione del Banco Alimentare della Lombardia – Milano la propria presenza capillare sul territorio nazionale per il trasporto e la distribuzione di cibo, contribuendo a risolvere i problemi di mobilità dovuti alle misure di contrasto al contagio.

In particolare, nell’arco della scorsa settimana, da e per il Banco Alimentare di Milano, l’azienda ha trasportato 169 pedane di materiali di generi alimentari per un totale di 82 tonnellate con l’impiego di 5 propri mezzi bilici nelle seguenti località: ad Aprilia (Banco Alimentare Lazio) sono giunte 70 Pedane per un totale di 29 tonnellate, a Verona (Banco Alimentare Veneto) sono state trasportate dal capoluogo meneghino 60 pedane per un toale di 39 tonnellate ed a Pasian di Prato in provincia di Udine (Banco Alim. F.V.G.) sono state consegnate 33 pedane per un peso complessivo di 14 tonnellate. La medesima attività è stata svolta da FATA Logistic System anche in collaborazione con il Banco Alimentare di Monza e Brianza, del Piemonte e della Campania trasportando, ad oggi con numeri in continua progressione per via del proseguo dell’iniziativa d’ausilio, un totale di 170 tonnellate con l’utilizzo di 35 mezzi propri per le operazioni.

Le strutture caritative del Banco Alimentare delle 3 regioni coinvolte aiutano e assistono fornendo pasti a circa 400.000 persone. Personale e mezzi specializzati di FATA Logistic Systems hanno provveduto e continueranno a provvedere a trasportare nelle tre Regioni (Lombardia, Piemonte e Campania) le eccedenze di cibo per conto del Banco Alimentare, attraverso un supporto professionale – con prodotti, servizi e soluzioni integrate e personalizzate ad alta tecnologia – alle fondamentali attività di assistenza dei più poveri ed esclusi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore