Da Codogno al Monastero di Torba per “tornare a respirare”

Maria e Domenico sono stati tra i primi visitatori del Monastero di Torba dopo la sua apertura. "Eravamo alla ricerca della bellezza"

Generico 2018

I beni del Fai-Fondo Ambiente Italiano si preparano al secondo lungo fine settimana di apertura, dopo un primo weekend che ha richiamato moltissimi visitatori da tutta la Lombardia. Sono tanti infatti coloro che hanno scelto di immergersi nella natura, nella storia e nell’arte per la loro prima gita dopo il lockdown.

Villa Panza di Varese, Villa Della Porta Bozzolo di Casalzuigno e il Monastero di Torba di Gorla Maggiore hanno quindi accolto i loro visitatori, in tutta sicurezza. E tra i primi visitatori ci sono stati Maria e Domenico, una coppia di Codogno che hanno scelto il bene l’antico Monastero del Varesotto per ricominciare a “respirare e circondarci di bellezza”.

Una nota positiva per il territorio che, sopratutto in questo periodo, diventa la meta ideale per chi cerca paesaggi e luoghi dove trascorrere ore di tranquillità e in mezzo al verde.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore