Quantcast

L’oncologia ritorna all’ospedale di Saronno

A fine mese, l'unità diretta dal dottor Verusio sarà nuovamente operativa con la day hospital e la radioterapia. Il punto nascita rimane chiuso per mancanza di specialisti

Ospedale di Saronno

L’oncologia tornerà all’ospedale di Saronno. Spostato durante i momenti più drammatici dell’emergenza sanitaria, quando il presidio di piazzale Borrella era dedicato ai casi Covid, alla fine di settembre ( il 29), il reparto diretto dal dottor Claudio Verusio potrà tornare nel suo ambiente con il day hospital e la radioterapia.

L’annuncio arriva dallo stesso direttore generale della Valle Olona Eugenio Porfido che non vuole commentare le voci catastrofiche che si rincorrono su questo presidio: « Sono arrivanti finanziamenti statali e regionale come mai era successo in precedenza. Sono in corso o allo studio interventi di messa in sicurezza che è la prima condizione richiesta per poter parlare di operatività. Avessero voluto chiudere il presidio di Saronno l’avrebbero lasciato andare da solo rendendolo inutilizzabile. Invece gli investimenti ci sono, segno che c’è la volontà di continuare e potenziare. Professionalità permettendo».

Una postilla indispensabile dato che il punto nascite rimane ancora chiuso, accorpato agli altri due aziendali di Busto e Gallarate: « Anestesisti e pediatri rimangono professionalità di cui abbiamo gran bisogno. Di pediatri ne abbiamo tre invece di sei. Purtroppo non se ne trovano e non solo per Saronno. Abbiamo chiesto a tutte le aziende lombarde di sottoscrivere convenzioni per avere supporto e colmare le carenze, andiamo a prenderli ovunque siano a disposizione. Per gli anestesisti sta per uscire un bando riservato a figure esterne. L’azienda continua a cercare per garantire la piena operatività di un ospedale così importante per il suo bacino».

di
Pubblicato il 16 settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore