Quantcast

Miglino: “Pre e post scuola: qualche ulteriore precisazione”

Pre e dopo scuola, l’assessore alla Cultura e ai Sevizi Educativi di Saronno Mariassunta Miglino torna sulla questione

Elezioni Saronno 2020

Pre e dopo scuola, l’assessore alla Cultura e ai Sevizi Educativi di Saronno Mariassunta Miglino torna sulla questione e chiarisce la posizione dell’amministrazione comunale dopo la nota pubblicata sul sito dell’Istituto Comprensivo Leonardo da Vinci

Sulla pagina istituzionale della scuola Leonardo Da Vinci si legge un comunicato in cui testualmente si dichiara che il servizio di pre e post scuola “sia per gli spazi che per il personale è completamente gestito dal Comune”, fermo restando, si legge ancora,  il compito della scuola stessa nel “mettere a disposizione tali locali garantendo la non promiscuità tra alunni di classi diverse”.

Con tali premesse, sul sito della scuola Leonardo si legge poi fedelmente che “è il Comune quindi a ritenere di non poter offrire un servizio che garantisca la sicurezza”. Le conclusioni sono contrastanti con la premessa.

Fermo restando infatti che, come già ribadito più volte, questa amministrazione ha incontrato sia in data 20 luglio che in data 9 settembre i Dirigenti e che gli stessi, tutti, alla richiesta sulla volontà di organizzare pre e post scuola utilizzando, come sempre è accaduto, pur nel rispetto della normativa Covid, spazi individuati all’interno della scuola stessa e con nostri educatori, gli stessi hanno risposto di non riuscire ad individuare tali spazi e non hanno richiesto a tal proposito spazi ulteriori o diversi all’Amministrazione.

Quindi, se è corretto affermare che i servizi pre e post scuola sono “completamente gestiti dal Comune”, è anche vero che si debbano richiedere gli spazi per poter organizzare in sicurezza tale servizio.

Questa mia nota non vuole avere la finalità di rimbalzare le responsabilità da un soggetto all’altro, ma soltanto evidenziare che nonostante gli sforzi di tutti, scuole e comune, sia difficile realizzare quanto sempre è stato fatto negli anni precedenti non in una condizione tale di emergenza sanitaria come quest’anno.

Nella piena volontà di venire incontro alle esigenze attuali e successive delle scuole, in un clima di fattiva collaborazione, colgo l’occasione per augurare un sereno anno scolastico.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore