Quantcast

Philippe Daverio e il “ghisa” di Cazzago

L'ex vigile Pietro Parola ha postato una foto, scattata durante delle sue tante visite in paese, del celebre critico d'arte. Il ricordo di Giancarlo Giorgetti

Philippe daverio a Cazzago Brabbia

“Quando Philippe Daverio venne in visita a Cazzago esclamò ” ecco il Ghisa”. Il “ghisa”, il vigile urbano, è Pietro Parola, ora in pensione ma a lungo in servizio a Cazzago Brabbia. E’ stato lui a postare sul suo profilo facebook una foto in divisa, accanto a un sorridente Philippe Daverio. Dal giorno della morte del celebre critico d’arte, spuntano foto e ricordi. Daverio aveva legami stretti con il nostro territorio e la foto dell’ex sindaco Parola, sorridente, ne è una riprova.

Lo ha ricordato in un intervento alla Camera anche il deputato Giancarlo Giorgetti: “Philippe Daverio è stata una persona di straordinaria intelligenza, una persona che è riuscita a far entrare nelle case di tutti gli italiani un’arte che talvolta può essere soltanto riservata alle élite; una persona che aveva una grande passione civile e anche politica, e io devo dire che fa onore alla Lega avergli permesso in qualche modo di dare il proprio contributo nell’arena civica, sociale e politica, con la giunta Formentini.

Altre volte ha tentato l’avventura in altre formazioni politiche, ma in modo, direi, non sorprendente, non ha avuto successo – ha continuato Giorgetti – . A Philippe Daverio mi legano anche, diciamo così, una conoscenza e un affetto personale,  perché ha le radici nel mio paese Cazzago Brabbia, 800 abitanti, di cui  sono stato sindaco e dove riposano i suoi nonni, i suoi bisnonni e dove c’è la tomba di famiglia. Ecco in questo momento sono commosso e anche un po’ emozionato nel ricordare una persona così illustre che ha dato lustro all’Italia, a Milano, al mio paesino e anche un po’ al nostro partito”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore