Astuti: “Ora Regione risarcisca le categorie danneggiate”

Secondo il consigliere regionale del Partito Democratico «la chiusura di due settimane genera potenzialmente un danno economico agli esercizi commerciali coinvolti per 1,2 miliardi di euro»

samuele astuti

Martedì prossimo – 2 febbraio -, in aula consiliare, il gruppo del Partito Democratico presenterà una mozione urgente per chiedere a Regione Lombardia di risarcire i danni causati dall’erronea attribuzione della zona rossa.

«La Regione deve assolutamente risarcire adeguatamente tutte quelle attività commerciali che sono state costrette a chiudere, con gravi perdite di fatturato, a causa di un grave errore che ha determinato l’erronea attribuzione della zona rossa – sostiene uno dei firmatari, il consigliere Samuele Astuti, capodelegazione del Pd in Commissione sanità –. Un errore determinato da una scorretta valutazione e trasmissione dei dati all’ISS da parte della stessa Regione Lombardia, nonostante Fontana e Moratti continuino a pretendere di far credere il contrario, senza presentare alcun riscontro documentale».

«Secondo le stime dei centri studi di diverse associazioni di categoria – spiega Astuti – la chiusura di due settimane genera potenzialmente un danno economico agli esercizi commerciali coinvolti per 1,2 miliardi di euro, di cui oltre 300 milioni per i negozi al dettaglio che sarebbero quelli maggiormente colpiti».

«Il tentativo della giunta regionale e della Lega di continuare a negare anche l’evidenza, e di buttarla in caciara sempre e solo scaricando le colpe è un atteggiamento inaccettabile, che non può certo nascondere le responsabilità e i danni creati all’economia e al commercio dei nostri territori» conclude il consigliere dem.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 28 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.