La Lombardia torna “arancione”, cosa si può fare e cosa no

Scuola, riapertura dei negozi al dettaglio e spostamenti. Cosa cambia con il passaggio della Regione alle regole meno restrittive

carabinieri controlli covid

Con la firma dell’ordinanza del Ministro della Salute Roberto Speranza, la Lombardia tornerà ufficialmente in zona arancione a partire da domani, domenica 24 gennaio. 

La decisione dopo l’accoglimento da parte dell’Istituto superiore di sanità delle rettifiche comunicate dalla Regione Lombardia che hanno decretato l’uscita dalla “zona rossa” attualmente in vigore. Dopo una giornata difficile, quella di ieri, segnata dalle liti tra Regione e Governo sulla responsabilità dell’errore sul calcolo dell’indice Rt (sceso sotto la soglia di 1), oggi sono attesi i dettagli sulle nuove regole.

Fontana: “Lombardia arancione, la conferma di quello che sosteniamo da tempo”

SCUOLE IN PRESENZA

Salvo ulteriori cambiamenti, anche in provincia di Varese, da lunedì gli alunni potranno tornare a scuola in presenza, regolare per tutto il ciclo delle medie e al 50 per cento per le superiori. Per quanto riguarda i trasporti Autolinee Varesine fa sapere che l’azienda è pronta a gestire il ritorno degli alunni, con la riorganizzazione del servizio e un orario potenziato.

NEGOZI E CENTRI COMMERCIALI

Con il ritorno in “arancione” potranno riaprire i negozi al dettaglio. I centri commerciali rimarranno però chiusi nei fine settimana con le eccezioni previste per alcune categorie. Saranno aperti i parrucchieri e anche i centri estetici.

BAR E RISTORANTI

Restano chiusi invece bar e ristoranti, salvo la possibilità di effettuare servizio di asporto e consegna a domicilio.

SPOSTAMENTI

Sono consentiti gli spostamenti all’interno del proprio comune tra le 5 e le 22. Gli spostamenti verso altri comuni sono permessi solo per motivi di lavoro, situazioni di necessità e salute. È sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

“COPRIFUOCO”

Resta in vigore anche il cosiddetto “coprifuoco”: dalle ore 22.00 alle 5.00 sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

VISITE E SPOSTAMENTI TRA PICCOLI COMUNI

Per quanto riguarda le visite ad amici o parenti, in quest’area è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata dello stesso Comune, tra le ore 5.00 e le 22.00, a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro.
A chi vive in un Comune che ha fino a 5.000 abitanti è comunque consentito spostarsi, tra le 5.00 e le 22.00, entro i 30 km dal confine del proprio Comune (quindi eventualmente anche in un’altra Regione o Provincia autonoma), anche per le visite ad amici o parenti nelle modalità già descritte, con il divieto però di spostarsi verso i capoluoghi di Provincia.

Per dubbi, dettagli e approfondimenti qui la pagina delle “Faq” del Ministero della Salute

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.