Il Comune di Saronno avvia una collaborazione con il Coro da Camera Hebel

L'accordo mira ad ampliare le attività di insegnamento musicale già in essere al Liceo S.M. Legnani ad altre scuole cittadine, per arrivare a costituire poi cori di eccellenza formati da ragazzi e ragazze del territorio

Generica 2020

Il sogno è ambizioso: costituire a Saronno cori di eccellenza, investendo nella formazione di competenze pratiche e di cultura musicale corale nelle giovani generazioni di saronnesi.

Lo strumento per realizzarlo è quello di una convenzione pluriennale con il Comune di Saronno, che formalizzi le attività di insegnamento musicale già in essere da diversi anni al Liceo S.M. Legnani della città e le ampli ad altre scuole cittadine, creando un ponte didattico che parta dalle scuole primarie fino ad arrivare alle scuole superiori. 

È quello che hanno raccontato in Municipio a Saronno nella mattinata di mercoledì 15 dicembre Alessandro Cadario, direttore artistico del Coro da Camera Hebel, Chiara D’agostini, presidente dell’associazione di promozione sociale Coro da Camera Hebel, l’assessore alla Cultura e il sindaco del Comune di Saronno Laura Succi e Augusto Airoldi. 

Scopo della convenzione, che sarà ufficializzata nelle prossime settimane, è la costituzione di una rete di collaborazione tra l’associazione Coro da Camera Hebel, l’amministrazione comunale e le scuole del territorio, con cui nei prossimi mesi sarà avviato un tavolo di confronto. Con gli istituti scolastici che aderiranno al progetto verrà avviato un percorso didattico che permetterà agli studenti di partecipare a laboratori di canto con professionisti del settore, per arrivare a formare cori a più voci e svolgere un’attività concertistica all’interno e all’esterno degli istituti.

A fare scuola è l’associazione Corale Hebel. Nata nel 2011 come una prosecuzione di un’esperienza corale informale avviata nel 2005 all’interno del Liceo Legnani di Saronno con una quarantina di studentesse che si dedicavano settimanalmente allo studio del canto corale, oggi il coro è formato da una trentina di coriste professioniste e negli anni ha raggiunto risultati di tutto rilievo, aggiudicandosi importanti riconoscimenti in competizioni nazionali e internazionali ed esibendosi in diverse parti d’Italia.

Saronno, oltre 250 mila visualizzazioni per il Coro Hebel che canta a cappella

Un progetto musicale che da diversi anni coinvolge anche il Liceo Cairoli e il Liceo Ferraris di Varese e che ora l’associazione, insieme all’amministrazione comunale, vuole estendere ad altre scuole di Saronno.

«Vogliamo creare un sistema che nei paesi musicalmente civili avviene da tantissimo tempo, avviare la pratica corale partendo dai più piccoli e poi grazie al lavoro di sistema, si potranno costruire gruppi di eccellenza composti da ragazzi e ragazze di Saronno – ha spiegato il maestro Cadario, che ha ricordato il valore educativo della formazione musicale -. La pratica corale è una pratica di formazione, volta all’ascolto, al lavoro di gruppo e per formare un corista sono necessari diversi anni. Siamo felicissimi di dar vita a questo progetto a tutto tondo della comunità e per la comunità».

Chiara D’agostini, presidente dell’associazione Coro Hebel e il direttore artistico Alessandro Cadario

Soddisfatto del progetto anche il sindaco di Saronno Augusto Airoldi: «Presentiamo un altro tassello delle iniziative del nostro programma elettorale. Questo accordo rientra nella valorizzazione delle realtà già presenti in città e il coro Hebel è in campo musicale una delle eccellenze di Saronno. Formalizzare un accordo ci permetterà sia di estendere e ampliare quello che il coro Hebel fa per la città di Saronno, sia per i saronnesi di fruire delle competenze presenti in città».

«Con questa convenzione il Coro Hebel diventerà il Coro Hebel città di Saronno, portando il nome della nostra città ovunque si esibirà – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Laura Succi -. Mi auguro che in un futuro abbastanza vicino si possa trovare anche una sede per il coro».

Obiettivo per il futuro? «Arrivare a costituire un coro di voci bianche e un coro di voci adulte con ragazzi e ragazze del territorio – ha concluso il maestro Cadario -. Tra qualche anno potremo raccogliere i frutti di quello che stiamo seminando oggi».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.